* INFORM *

INFORM - N. 97 - 17 maggio 2002

Tremaglia: l’Argentina può essere salvata anche grazie alle Regioni

L’appello all’Esecutivo UE-Mercosur per incentivare l’occupazione in Argentina. Prossimo obiettivo, attivare l’unità tecnica a Buenos Aires

ROMA - Accelerare i tempi per la costituzione di una Unità tecnica a Buenos Aires coordinata dall’Ambasciatore d'Italia, dal Ministero per gli Affari Regionali, dalle Regioni, dai membri del CGIE e dei Comites, al fine di garantire la dovuta trasparenza all’assegnazione dei fondi e dei medicinali destinati alla comunità italiana in Argentina. Questa la sollecitazione del Ministro per gli Italiani nel mondo, Mirko Tremaglia, in occasione della riunione dell’Unità di coordinamento delle Regioni.

All’incontro hanno partecipato il Direttore Generale per le Politiche Migratorie e gli Italiani all’Estero Carlo Marsili, e il Direttore Generale per i Paesi delle Americhe Giuseppe Borga del Ministero degli Affari Esteri, Assessori all’Emigrazione e funzionari di tutte le Regioni nonché esponenti del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero.

Il Ministro Tremaglia ha innanzitutto ribadito l’obiettivo prioritario dell’Unità di Coordinamento che non solo deve ottimizzare e coordinare tutte le iniziative destinate alle nostre comunità intraprese in seguito all’aggravarsi della crisi in Argentina, ma anche evitare disparità di trattamento tra i cittadini. Riguardo al Fondo di Solidarietà che l’Unità di Coordinamento ha stanziato, pari a circa 5 miliardi di lire, Tremaglia ha voluto precisare tale concetto: i fondi dovranno essere distribuiti in maniera equa tra tutti i connazionali, a prescindere dallo stanziamento della propria Regione.

Il Ministro ha poi ricordato alcune iniziative attivate all’indomani della drammatica vicenda che ha colpito "l'amico popolo argentino": dagli interventi presso il Fondo Monetario Internazionale e presso la FIAT per evitare la chiusura dello stabilimento IVECO, allo stanziamento di 200 miliardi di lire (150 miliardi destinati alle imprese e 50 al settore sanitario).

Il Ministro, a conclusione del terzo incontro dell’Unità di Coordinamento, ha reso nota la sua proposta avanzata al Presidente del Consiglio affinché in occasione della riunione di Madrid dei Capi dell’Esecutivo UE-MERCOSUR sia attivata una iniziativa con l’obiettivo di promuovere un piano europeo di lungo termine per l’incentivazione del lavoro in Argentina e il sostegno all’occupazione. (Inform)


Vai a: