* INFORM *

INFORM - N. 94 - 14 maggio 2002

Da "Pagine", Venezuela

Per i residenti all'estero superare le perplessità sull'aumento delle pensioni minime

CARACAS - Oltre 200 mila italiani residenti all’estero dovrebbero essere i beneficiari dell’aumento previsto dal governo Berlusconi per le pensioni cosiddette minime. Un atto di giustizia che al suo annuncio fece felice tanti anziani e che oggi è atteso come mai, specialmente in quei paesi del Sud America dove la situazione economica si è fatta insopportabile. Applicando le disposizioni già in vigore in Italia la pensione minima dovrebbe salire a circa un milione al mese. Con questa somma, gente abituata a campare di ombre riflesse, tornerebbe a sorridere.

C’è da augurarsi dunque che il ministro del Welfare e l’INPS superino certe perplessità dimostrate sul diritto degli italiani residenti all’estero a percepire questi aumenti. Noi siamo convinti che la decisione sarà favorevole, che gli italiani all’estero, che con il voto sono tornati ad essere cittadini italiani a tutti gli effetti, non saranno ancora una volta discriminati. Perciò suggeriamo di indirizzare una lettera di sollecito al Capo del Governo, al Ministro Maroni ed a Mirko Tremaglia per esortarli a non dimenticarsi di noi. Se vuoi farlo, clicca qui* e invia il seguente messaggio: "Pensioni? Non ti scordar di me!! Grazie" (Inform)

_____________

http://www.italiani-allestero.org


Vai a: