* INFORM *

INFORM - N. 94 - 14 maggio 2002

Tremaglia: "Ingiustificate le perplessità dell’Inps in merito all’applicabilità della maggiorazione sociale delle pensioni minime anche a favore degli italiani all’estero"

ROMA - L’on. Mirko Tremaglia, Ministro per gli Italiani nel mondo, ha giudicato assolutamente ingiustificate le perplessità del Consiglio di Amministrazione dell’INPS, riportate dagli organi di informazione, in merito all’applicabilità della maggiorazione sociale delle pensioni minime anche in favore dei cittadini italiani residenti all’estero. Tanto più – ha evidenziato Tremaglia – se si considera che sin dal 16 gennaio scorso l’INPS stesso ha diramato ai suoi uffici periferici con circolare n. 17, istruzioni per l’applicazione dell’articolo 38 della Legge 448, disponendo, tra l’altro, l’invio anche ai pensionati residenti all’estero, di un’apposita comunicazione per la dichiarazione reddituale per il conseguimento della prevista maggiorazione di legge.

La preannunciata valutazione circa l’applicabilità della norma in via congiunta da parte dell’INPS e del Ministero del Lavoro, produce un inutile allarmismo.

Una diversa determinazione – ha puntualizzato ancora l’on. Tremaglia – costituirebbe una errata ed arbitraria interpretazione restrittiva della legge, un ulteriore intollerabile vulnus allo status civitatis dei nostri connazionali all’estero, una incomprensibile ed ingiustificata discriminazione, una evidente disparità di trattamento assolutamente illegittima, anche e soprattutto sotto il profilo costituzionale. (Inform)


Vai a: