* INFORM *

INFORM - N. 83 - 28 aprile 2002

I siciliani in Lombardia rilanciano la Sicilia ed i suoi valori

Costituito il Coordinamento delle Associazioni siciliane in Lombardia

MILANO - Mimmo Azzia presidente di "Sicilia Mondo", a Milano per una visita alle Associazioni siciliane, è stato ospite del "Circolo Culturale Siciliano" di Garbagnate, da sette anni aderente a "Sicilia Mondo", dove è stato accolto dal Presidente Nino Calanna e Pippo Ruggieri, dal coordinatore delle associazioni siciliane in Lombardia Pietro Poidimani, dai soci del sodalizio e da numerosi Presidenti delle varie associazioni.

Come è noto, sono moltissimi i siciliani che vivono in Lombardia dove hanno trovato lavoro, si sono integrati e stabilizzati da decenni e dove contribuiscono allo sviluppo ed alla ricchezza della Regione spesso al centro del mondo economico, culturale e politico.

I siciliani esprimono sentimenti di apprezzamento nei confronti della società lombarda dove hanno trovato benessere ed ottime condizioni di vita.

Sono proprio questi livelli sociali ormai lontani dalle strettoie del bisogno, unitamente ai moderni mezzi della conoscenza e della informazione, a determinare in loro un forte richiamo alla sicilianità, cioè al desiderio di rivivere, in chiave culturale, momenti di vita, di tradizioni e di valori che li riporta alla appartenenza di origine. Un ritorno, cioè, alla cultura originaria come valore aggiunto alla cultura meneghina di cui si sentono parte.

Questo richiamo alla sicilianità ed ai suoi valori, si è generalizzato tra i conoscenti provenienti dagli stessi comuni di origine, tra gli amici, nelle famiglie, tra i vicini di casa, determinando la esigenza di socializzazione e di collegamenti che ha trovato il suo sbocco nella formazione di piccole associazioni di volontariato locali che ricordano legami, nomi e riferimenti storici e religiosi della Sicilia e dei comuni di origine.

Molte di queste Associazioni funzionano perfettamente, hanno un presidente ed un direttivo, una sede, un giornale, promuovono feste, incontri culturali e sportivi, gite ed iniziative varie che consentono loro di raccogliere i fondi per vivere.

Recentemente presso il "Circolo Culturale Siciliano" di Garbagnate si sono riuniti un gruppo di Presidenti che hanno costituito un comitato di coordinamento delle associazioni culturali siciliane che è stato affidato alla unanimità a Pietro Poidimani.

Le associazioni di questo primo gruppo sono: "Il Mandorlo", Presidente Vito Patti; "Amici di Ispica", Presidente Giovanni Aprile; "Famiglia Agirina", Presidente Mario Ridolfo, "La Zagara", Presidente Salvatore Copani; "Amici di Reggio Calabria", Presidente Bruno Sculli; "Gaglianesi del Nord Italia", Presidente Rosa Di Bella; "Associazione Pietraperzia", Presidente Filippo Marotta; "Oriundi di Capizzi", Presidente Giacomo Racalmuto; "Consolato Citta di Noto", Presidente Corrado Puzzo; "Amici di Bivona", Presidente Alfonso Di Lio; "Oriundi di Militello Rosmarino", Presidente Filippo Piscitello; "Gruppo Amici di Rosolini", Presidente Salvina Arangio; "Circolo Culturale Siciliano", Presidente Antonino Calanna, "Amici della Provincia di Ragusa", Presidente Meno La Terra.

Il Presidente di "Sicilia Mondo" si è dichiarato felice di avere rivisto tanti amici e del "bagno di sicilianità" che la comunità dei conterranei gli ha dedicato. Tantissimi gli incontri. Tra i più importanti:

A Mongiò, Ristorante "Le Mollette", incontro alla grande (230 partecipanti) organizzato dalla Associazione "Amici della Provincia di Ragusa" per la presenza dell’On. Franco Antoci nella duplice veste di Presidente della Provincia Regionale di Ragusa e Presidente della Associazione "Ragusani nel Mondo", il Direttore della stessa Sebastiano D’Angelo. Commovente il benvenuto del Presidente della Associazione Meno la Terra. Applauditi gli interventi di Azzia, Pietro Poidimani, dell’Assessore al Comune di Milano Fabrizio De Pasquale, modicano e degli altri Presidenti delle associazioni. Ospite d’onore l’industriale novantaseienne Salvatore Migliorisi di Vittoria. Ricordata la figura del prof. Salvatore Guglielmino, esperto di studi letterari, recentemente scomparso. Atmosfera di festa tutta siciliana con gli sketch del cabarettista Massimo Spata ed un menù strettamente siciliano.

A Sesto San Giovanni, partecipazione ad una affollata manifestazione culturale sul tema "Educare alla solidarietà" organizzata dal Presidente della Associazione "Amici di Ispica" dove Azzia ha parlato della sicilianità" e della "appartenenza". Numerosissimi gli interventi tra cui quello del vice sindaco di Ispica Massimo Dibenedetto che ha portato agli ispicesi i saluti del Sindaco del comune di origine. Presenti molti Presidenti delle associazioni siciliane che sono intervenuti. (Inform)


Vai a: