* INFORM *

INFORM - N. 79 - 22 aprile 2002

Firmato un accordo per il versamento delle pensioni belghe in Italia. Accredito su conto bancario delle rendite per malattie professionali

BRUXELLES - Il 19 aprile si è tenuta presso la sede del Consolato d’Italia a Bruxelles la cerimonia della firma dell’accordo tra la Banca Popolare di Sondrio e la Fortis Banque Belga, per il versamento delle pensioni belghe direttamente su conti correnti bancari o postali dei pensionati in Italia, intesa che sarà operativa dal 1 luglio di quest'anno.

Nell’occasione, è stato reso noto che a partire dalla stessa data anche il Fondo delle Malattie Professionali (FMP) belga erogherà le rendite ai cittadini italiani aventi diritto (circa 6.300) tramite accredito diretto su conto bancario.

Alla cerimonia organizzata dal Consolato erano presenti i responsabili dell’ "Office Nationel des Pensions" (ONP), l’istituto previdenziale belga. del "Fond des Maladies Professionelles", dei Patronati italiani operanti in Belgio (ITAL-UIL, INCA, ACLI, ENASCO, EPASA, INAS-ADACI e SIAS), nonché rappresentanti degli organismi elettivi della collettività, e di tutti gli uffici consolari italiani in Belgio.

La questione dell’impossibilità di versare su conti bancari dei pensionati italiani le loro pensioni belghe si trascinava da anni in quanto la legge belga non consentiva la riscossione delle pensioni di vecchiaia e di reversibilità mediante delega, neppure se la persona delegata era un membro della famiglia del pensionato, e perché, allo stesso tempo, 1’ONP non considerava sufficientemente affidabile il sistema bancario italiano per autorizzare gli accrediti diretti su conti correnti. Questa situazione era chiaramente discriminatoria verso il nostro Paese e creava un profondo disagio per gli oltre 45.000 nostri connazionali titolari di una pensione belga.

Nell’intento di trovare una soluzione al problema, parallelamente alla riabilitazione di tutti gli enti di patronato della circoscrizione, dal 1997 il Consolato d’Italia di Bruxelles ha svolto molteplici interventi presso tutte le istanze competenti, compresa l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) per verificare la capacità del nostro sistema bancario e la possibilità di trovare una soluzione ai problemi sollevati da parte belga. A seguito di tali passi, è stato individuato nella Banca Popolare di Sondrio (specializzata nei servizi di pagamenti transnazionali con certificazione di qualità ISO 9002) l’istituto di credito italiano in grado di offrire tutte le garanzie richieste dall’Ente pensionistico belga. La Banca Popolare di Sondrio ha quindi raggiunto l’intesa con l’ONP e la Fortis Banque, che gestisce per conto dell’ente previdenziale belga i pagamenti esteri, grazie alla quale dal prossimo mese di luglio le pensioni belghe potranno essere accreditate su un qualsiasi conto bancario o postale in tutte le regioni d’Italia. (Inform)


Vai a: