* INFORM *

INFORM - N. 75 - 16 aprile 2002

L'Unione Italiani nel Mondo e lo sciopero generale

Solidarietà dal Canada…

OTTAWA - L'Unione Italiani nel Mondo, ufficio di Ottawa, Canada, in segno di solidarietà intende far sentire la sua voce che fa' eco, a varie migliaia di chilometri di distanza, a quella delle centinaia di migliaia di lavoratori che incrociano le braccia martedì 16 aprile. Lo sciopero di 8 ore è stato proclamato dalle tre organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil quale segno di protesta per l'inaccettabile atto politico unilaterale del governo italiano che vuole mettere in ginocchio i sindacati e i lavoratori, con l'abolizione dell' art.18 che proibisce il licenziamento senza motivo giustificato. Ma lo sciopero non è solo in merito all' art.18 e il suo proposto azzeramento: è in sostanza contro una politica che prevede il taglio dei contributi previdenziali, che mostra poca preoccupazione per l'occupazione, per lo sviluppo del Mezzogiorno e che non lascia margine di ottimismo nei confronti delle proposte sindacali su fisco, scuola, sanità e servizi sociali!

A prescindere da ogni considerazione sulle pedine del grottesco gioco, a prescindere da ulteriori speculazioni in merito al ruolo e alla posizione di Confindustria prima e dopo lo sciopero, a prescindere da ogni eventualità di un attimo di respiro al Parlamento e al Senato per un necessario ripensamento - ha detto Elio Coppola, il Presidente della UIM di Ottawa - è deplorevole e fonte di sconforto che si debba ricorrere, per farsi sentire, a strumenti rudimentali e storicamente scaduti come è appunto lo sciopero, in questo momento storico della politica italiana in cui tutti, a destra, al centro, a sinistra, al nord e al sud, si riempiono la bocca di "clima democratico" e di "apertura al colloquio". (Inform)

… e dalla Svizzera

ZURIGO - L’Unione degli Italiani nel Mondo (UIM) della Confederazione Elvetica a nome dei suoi iscritti, ma anche di migliaia di emigrati italiani in Svizzera, esprime la sua solidarietà alla lotta dei lavoratori e dei pensionati italiani ed allo sciopero generale indetto per oggi dalle Confederazioni sindacali CGIL-CISL-UIL.

La UIM in Svizzera si unisce alla loro protesta contro la politica sociale e l’attacco allo Statuto dei Lavoratori del Governo Berlusconi ed in difesa dei diritti fondamentali dei lavoratori e sostiene, altresì, anche nell’interesse degli emigrati italiani, le proposte sindacali sui temi del fisco, della scuola e delle politiche socio-sanitarie. (Inform)


Vai a: