* INFORM *

INFORM - N. 72 - 11 aprile 2002

Nuovi progetti di collaborazione tra Veneto e Bassa Sassonia

VENEZIA – I rapporti di collaborazione tra Veneto e Bassa Sassonia (Germania), in termini di esperienze realizzate e di prospettive future, sono stati al centro di un incontro che si è tenuto l'11 aprile a Palazzo Balbi. L’assessore regionale alle attività formative Raffaele Grazia ha ricevuto infatti una delegazione del ministero della cultura e istruzione e delle Camere dell’artigianato del Land tedesco, con il quale è in atto da alcuni anni un programma di interscambio curato per il Veneto dall’EBAV, l’ente bilaterale per l’artigianato, presente con il vicepresidente Gerardo Colamarco e il direttore Paolo Barausse. In particolare, è in atto uno scambio di apprendisti nel settore dell'autoriparazione, grazie al quale alcuni giovani tedeschi hanno seguito uno stage presso officine del padovano, mentre l’anno scorso è stata la volta dei veneti che hanno avuto un'analoga esperienza formativa in diverse officine di Hannover. Ciò aveva inoltre consentito ai giovani veneti partecipanti di ottenere la prima assegnazione in Italia dell’Europass-formazione, il documento comunitario che attesta percorsi europei di formazione integrata con il lavoro (compreso l'apprendistato) in un paese diverso da quello di origine.

Nell’incontro dell'11 aprile Veneto e Bassa Sassonia hanno posto le basi per l’avvio di altri progetti: uno riguarda un programma di collaborazione tra aziende e operatori economici per favorire il processo di internazionalizzazione, l’altro è un progetto di sviluppo professionale e imprenditoriale delle donne nel mondo dell’artigianato. Grazia ha evidenziato che in ambito comunitario gli strumenti per sviluppare percorsi e progettualità nuove ci sono (come, ad esempio, il programma EQUAL) e sono importanti per aiutare le azione venete ad evolvere da un contesto locale ad una dimensione europea. (Inform)


Vai a: