* INFORM *

INFORM - N. 69 - 8 aprile 2002

Costalli (MCL) in Baviera: confronto su economia sociale di mercato ed Europa federale

ROMA - Visita di tre giorni del Presidente nazionale MCL Carlo Costalli con una delegazione del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL) in Baviera per una serie di incontri con esponenti della CSU, il partito del candidato alla cancelleria tedesca per le elezioni del prossimo 22 settembre, Edmund Stoiber. Gli incontri sono avvenuti presso il Centro Benediktushohe, nella città di Wurzburg.

All’ordine del giorno dei numerosi colloqui - con deputati federali ed europei, rappresentanti del mondo del lavoro (CSA) e di organizzazioni cattoliche (KAB) -, temi di comune interesse, dall’allargamento ai Paesi dell’Est alla prospettiva di un’Europa federale che si sappia "svincolare dal rischio di un Super-Stato centralista, edificando piuttosto una casa che poggia sulle Regioni, con un’idea di federalismo capace di esaltare le eccellenze senza abbandonare chi rimane indietro".

La delegazione MCL - di cui faceva parte il vice presidente Antonio Di Matteo insieme con alcuni amministratori locali - ha approfondito il ‘miracolo’ Baviera: un Land che sotto la presidenza Stoiber è cresciuto costantemente più di ogni altro Land, è all’avanguardia in quasi tutti i settori, si è dato migliori strade e ferrovie del resto del Paese, il più moderno aeroporto internazionale, il miglior sistema educativo d’Europa.

Concludendo la visita in Baviera il Presidente Costalli ha affermato: "Auguriamo agli amici della CSU di vincere le prossime elezioni politiche in Germania anche per far cadere definitivamente il pregiudizio o riserva nei confronti della Baviera cattolica. Un Land che oggi ha un’occupazione che è la metà di quella Federale e un quinto dei Laender dell’Est ed ha portato avanti anche progettistiche culturali di ampio respiro: altri Laender chiudono i teatri e a Monaco se ne costruiscono di nuovi".

"Economia sociale di mercato – ha concluso Costalli – non significa rinuncia da parte dei pubblici poteri agli interventi sociali e socio-politici. In Baviera hanno potuto realizzare un sistema completo di politica economica semplicemente coordinando gli interventi pubblici con le regole dell’economia di mercato che ovviamente hanno bisogno di essere garantite". (Inform)


Vai a: