* INFORM *

INFORM - N. 67 - 4 aprile 2002

DS - Per gli italiani all’estero due nuove proposte di legge

ROMA - Il Gruppo Ds-l’Ulivo, per iniziativa di Valerio Calzolaio, ha presentato alla Camera due nuove proposte di legge che interessano gli italiani all’estero.

La prima riguarda la riforma della legge sui Comites, che riveste carattere di urgenza per l’esigenza di cogliere i tempi del rinnovo previsti per la primavera del 2003. Il disegno di legge innesta sull’impianto della legge esaminata per ben tre volte dai due rami del Parlamento nella scorsa legislatura una serie di modifiche rivolte a rafforzare l’autonomia, il peso e le capacità operative dei Comites. Non a caso si prevede la quadruplicazione della dotazione finanziaria da uno a quattro milioni di euro. Gli interventi sono il frutto di un’ampia consultazione operata negli ultimi mesi tra le Comunità all’estero e corrispondono largamente agli emendamenti proposti di recente dal CGIE. Per sottolineare l’impegno di riforma da parte del Gruppo Ds-l’Ulivo di questi importanti organismi di rappresentanza di base, la proposta porta le firme, oltre che di Calzolaio, di Fassino, Chiti, Dameri, Folena, Crucianelli, Giulietti, Grandi e di numerosi altri parlamentari.

La seconda proposta è relativa alla riforma degli Istituti italiani di cultura, importanti strumenti di promozione della cultura italiana nel mondo. Questa proposta di legge cade nel vivo delle recenti polemiche avanzate da esponenti governativi sulla sostituzione di alcuni direttori messi in discussione per iniziative considerate politicamente non corrette. Il disegno di legge mira a riorganizzare gli Istituti di cultura sulla base della loro autonomia scientifica, programmatica e organizzativa. A tal fine viene ipotizzata la creazione, presso il Ministero degli Affari Esteri, di un dipartimento per la cultura, la lingua e l’immagine dell’Italia nel mondo. Questo Dipartimento è diretto da un dirigente e da un Consiglio di amministrazione ed è assistito da un comitato scientifico composto da alte personalità della vita culturale, scientifica e pedagogica del Paese.

Con ciò - rilevano i Ds - si propone una linea di forte autonomia, sorretta da criteri scientifici e di professionalità, in coerenza con la posizione assunta nell’ambito della Commissione Esteri e dalla stessa Presidenza del gruppo DS alla Camera. Una linea completamente differente da quella portata avanti dal Governo Berlusconi.

Le due proposte di legge saranno presentate mercoledì 10 aprile alle ore 13 nella Sala stampa della Camera dei Deputati dall’on. Valerio Calzolaio, dall’on. Gianni Pittella, responsabile DS per gli italiani all’estero e da Norberto Lombardi, coordinatore dei Forum per gli italiani nel mondo. (Inform)


Vai a: