* INFORM *

INFORM - N. 65 - 2 aprile 2002

Ciampi: "Santità, il grazie dell'Italia per il Suo infaticabile apostolato"

ROMA - In occasione della Pasqua il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha inviato a Giovanni Paolo II un messaggio nel quale rievoca la grande Assemblea delle religioni del mondo ad Assisi. "Quell'iniziativa di Vostra Santità - rileva Ciampi - fu testimonianza di un ecumenismo efficace, centrato su punti essenziali: tolleranza, dialogo fra le culture, rispetto dei diritti umani, rifiuto della violenza, consolidamento della solidarietà, della pace e della giustizia.

"Su questi stessi principi deve continuare ad esercitarsi l'impegno della comunità internazionale, possibilmente con rinnovato ed accentuato vigore, nell'affrontare le gravi incognite del suo futuro: le violazioni della dignità dell'uomo, la crisi in Medio Oriente, la lotta contro il terrorismo, la minaccia delle armi di distruzione di massa, la degradazione ambientale. Dal mio recente viaggio in Sud Africa ho tratto anche conferma che esistono slancio, buona volontà, spirito d'iniziativa che non possiamo lasciare cadere ed a cui dobbiamo rispondere senza ritardi. L'Africa e i suoi problemi, primi fra tutti la povertà e la salute, devono restare al centro dell'agenda internazionale.

"Sono lieto, a nome del popolo italiano e mio personale- ha concluso il Capo dello Stato - di rinnovarLe fervidi auguri e il mio apprezzamento per il Suo infaticabile apostolato, il Suo indomito spirito e per l'attenzione che Ella sempre riserva alla nazione italiana. (Inform)


Vai a: