* INFORM *

INFORM - N. 60 - 25 marzo 2002

L'assoluzione di Safiya - Il Presidente della Toscana Martini: "Una vittoria del coraggio e della solidarietà"

FIRENZE - "E’ una notizia bellissima. In questo momento penso innanzitutto a lei, a Safiya, una donna che con il suo coraggio ha saputo resistere di fronte alla minaccia mostruosa di una condanna a morte particolarmente odiosa. E il secondo pensiero va all’importanza e al valore della solidarietà e alla capacità di mobilitazione che donne, uomini e istituzioni sanno mettere in campo: anche questo ha dato forza a Safiya per difendere i suoi diritti di donna e di persona. Un impegno che noi continueremo ad assicurare, anche ora che pare profilarsi, sempre in Nigeria, un nuovo caso di condanna a morte di una donna per adulterio". Così il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, ha commentato la notizia della piena assoluzione della donna nigeriana che era stata condannata alla lapidazione per aver avuto un figlio al di fuori del matrimonio.

Al caso di Safiya, la Toscana aveva dedicato da subito grande attenzione. Nei mesi scorsi, Martini aveva scritto al presidente della Nigeria chiedendo la sospensione della pena. Dal sito Internet del presidente toscano erano partite, da parte di cittadini, circa 1200 lettere digitali indirizzate all’ambasciatore nigeriano a Roma con la richiesta "di intercedere a favore di Safiya presso il Presidente e le autorità competenti del suo Paese". Un impegno concreto e forte il cui valore è stato sottolineato proprio pochi giorni fa dallo scrittore nigeriano premio Nobel della letteratura, Soyinka, in un messaggio indirizzato ai partecipanti al convegno su libertà di critica e non violenza organizzato dalla Regione Toscana. (af-Inform)


Vai a: