* INFORM *

INFORM - N. 59 - 22 marzo 2002

Veneto e Brasile meridionale più vicini

VENEZIA - Prima un convegno a Padova e poi l’incontro a Venezia con gli esponenti delle associazioni imprenditoriali della regione. Queste le due più importanti tappe della visita nel Veneto dei rappresentanti degli Stati brasiliani del Minas Gerais e di Santa Catarina, promossa e organizzata dall’assessorato regionale veneto alla piccola e media impresa. La delegazione brasiliana era composta da Omar Resende Peres, assessore allo sviluppo, industria e commercio del Minas Gerais; Mauro Beal, consulente dell’assessorato allo sviluppo dello Stato di Santa catarina; Gilberto Seleme, vicepresidente della Federazione Industriali di Santa Catarina; Martha Teixeira Lassance, presidente del dipartimento relazioni economiche della Federazione Industriali del Minas Gerais.

"Nel quadro delle politiche di internazionalizzazione del mondo produttivo veneto – ha spiegato l’assessore Marino Finozzi - la parte meridionale del Brasile, che comprende tra gli altri gli Stati di Minas Gerais e Santa Catarina, anche grazie alla forte componente di origine veneta della popolazione, è di grande interesse per le nostre imprese. Oggi il Veneto sente la necessità di collaborare con le regioni che sente più affini, esportando il suo modello produttivo in realtà, come quelle dei due Stati brasiliani, in cui esistono condizioni favorevoli di sviluppo".

A Padova si è tenuto il convegno "Minas Gerais e Santa Catarina, un ponte per le imprese tra Italia e Brasile", organizzato dalla locale Camera di Commercio (rappresentata dal presidente Gianfranco Chiesa), dall'Istituto Nazionale per il Commercio Estero (presente il direttore dell'Ufficio ICE di San Paolo, Andrea Ambra) e dal centro Estero delle CCIAA del Veneto. Ai lavori hanno preso parte anche l'assessore regionale, il presidente del Centro Estero Veneto, Giuseppe Fini, l'addetto commerciale del Brasile a Milano, Renzo Peretti, rappresentanti delle associazioni degli industriali e del sistema bancario dei due Stati brasiliani e numerosi imprenditori veneti.

"Il Veneto - ha aggiunto Finozzi -, attraverso varie iniziative di collaborazione, sta attivando degli strumenti per favorire la nostra esportazione verso quelle aree, come ad esempio un fondo di rotazione a tasso agevolato, che in Brasile ancora non esiste e che sarà realizzato in collaborazione con un importante circuito bancario a livello mondiale".

"E’ importante per il nostro sistema produttivo – ha detto ancora Finozzi - trovare forme di collaborazione con questo Paese che è riuscito in così breve tempo a svilupparsi. Gli ambiti nei quali appare utile promuovere forme di scambio e cooperazione sono quelli dell’innovazione e della ricerca".

Il giorno successivo la delegazione si è recata a Palazzo Balbi, sede della Giunta veneta, dove, dopo l’incontro con i rappresentanti del mondo produttivo veneto, Finozzi e Resende Peres hanno gettato le basi per un protocollo d’intesa economico tra il Veneto e i due Stati brasiliani che sarà perfezionato e siglato nei prossimi mesi in Brasile. I rappresentanti del Minas Gerais e di Santa Catarina, ricordando che i brasiliani di origine italiana sono decine di milioni, hanno sottolineato la necessità che i rapporti con il Veneto si sviluppino anche in campo culturale. (Inform)


Vai a: