* INFORM *

INFORM - N. 57 - 20 marzo 2002

Conferenza Stato, Regioni, Province autonome e CGIE

Ordine del giorno sull'Argentina: Istituire una Unità tecnica a Buenos Aires

ROMA - L'istituzione di una Unità tecnica a Buenos Aires per gli interventi di solidarietà a favore dei connazionali residenti in Argentina - proposta in una lettera del vice segretario generale del CGIE Antonio Macrì al ministro Tremaglia - è stata fatta propria e raccomandata dalla Conferenza con l'approvazione di un apposito ordine del giorno.

La Conferenza Permanente Stato-Regioni-Province Autonome-CGIE

VISTA la perdurante crisi che sta duramente colpendo in Argentina milioni di cittadini italiani ed argentini di origine italiana;

CONSIDERATI gli speciali legami umani, sociali ed economici tra l’Italia e l’Argentina;

VISTA la cospicua presenza di cittadini italiani e di cittadini argentini di origine italiana nel Paese;

VISTE le richieste di intervento pervenute da parte dei cittadini italiani o di origine italiana e dal Governo argentino;

VISTE le misure già adottate dal Governo italiano – e in particolare: la creazione di un’Unità di emergenza Ministero Italiani nel Mondo/Ministero degli Affari Esteri all’indomani della crisi; l’assunzione urgente di 30 contrattisti per il rafforzamento della rete diplomatico-consolare in Argentina; il reinserimento dell’Argentina tra i Paesi beneficiari d’interventi della Cooperazione allo Sviluppo e l’approvazione di un primo stanziamento di 200 miliardi di lire;

VISTE anche le misure già adottate da numerose Regioni e da altri Enti locali;

CONSIDERATI in particolare:

IMPEGNA

tutti i partecipanti della Conferenza ad operare in modo concreto per la realizzazione di interventi coordinati mirati ad alleviare concretamente le situazioni di severo disagio in cui versa una larga parte della popolazione argentina.

CONCORDA

con le conclusioni delle riunioni di coordinamento tenute nei giorni 20 febbraio e 7 marzo 2002, con le quali, su richiesta delle Regioni, è stata istituita ed avviata l’attività di un’Unità di Coordinamento degli interventi in Argentina, presieduta dal Ministro per gli Italiani nel Mondo, con la partecipazione di rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero degli Affari Regionali, delle altre Amministrazioni interessate, delle Regioni e del CGIE.

RACCOMANDA

l’istituzione di una Unità tecnica a Buenos Aires, sotto la direzione dell’Unità di Coordinamento a Roma, con il compito di individuare i possibili interventi e successivamente di monitorarne la realizzazione una volta che essi saranno stati decisi dalla predetta Unità di Coordinamento.

Di tale Unità dovranno far parte l’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires, una rappresentanza delle Regioni italiane e degli altri Enti locali ed i componenti argentini del CGIE e dei Comites e si avvarrà del supporto tecnico degli Istituti di assistenza e commerciali in loco. (Inform)


Vai a: