* INFORM *

INFORM - N. 54 - 17 marzo 2002

Dalla Grecia...a proposito degli Istituti Italiani di Cultura

ATENE - A seguito della garbata polemica intorno alla cultura italiana all'estero, e premettendo che non ho niente di personale a favore o contro i direttori degli Istituti Italiani,vorrei aggiungere alcune mie semplici considerazioni sull'attuale situazione, sulla base della mia esperienza personale maturata in circa 22 anni come insegnante della Scuola Italiana di Atene.

Da moltissimi anni ormai la cultura italiana all'estero è veramente mal rappresentata, non tanto per colpa dei direttori, che anzi alcune volte grazie alle loro personali iniziative sono riusciti a creare attività interessanti nei paesi in cui si trovano ad operare (USA, Russia, Francia ecc.), ma quanto per una struttura trogloditica del MAE che non solo utilizza ancora leggi fasciste ma anche regi decreti (vedi Scuola Italiana all'estero).

Oltre questo sono ben note le relazioni clientelari di partito o non (per la destinazione non solo dei direttori, ma anche degli addetti culturali) oltre uno scarso interesse generale degli uffici addetti del MAE alla diffusione della cultura italiana all'estero.

Inoltre gli scarsi fondi a disposizione e la scelta, sempre del MAE, in linea di massima della programmazione culturale degli stessi Istituti, ha contribuito a diffondere una cultura italiana che veramente non ci fa onore.

A mio avviso tutte le rappresentanze italiane all'estero devono e possono svolgere molteplici attività e funzioni nel Paese ospite, servendo anche da trampolino di lancio delle nostre comunità lì presenti, stimolandole e rendendole partecipi di quella genialità italiana che purtroppo molto spesso è dimenticata da chi ci governa, ma che viene riportata immediatamente come esempio appena questa ci fa fare bella figura come italiani. Ben venga quindi una seria riforma degli Istituti che possa veramente rilanciare la cultura italiana all'estero. (arch. Angelo Saracini*) angisar@yahoo.it

____________________

* Segretario Comites Grecia, Direttore "Identità"


Vai a: