* INFORM *

INFORM - N. 52 - 14 marzo 2002

Ciampi: "Il XXI secolo deve diventare il secolo dell'Africa"

CITTÀ DEL CAPO - Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in visita di Stato in Sud Africa, dopo la visita alla struttura carceraria di Robben Island, nella quale fu detenuto il premio Nobel Nelson Mandela, ha tenuto un'allocuzione all'Assemblea Nazionale del Sud Africa, riunita in seduta congiunta. Ciampi ha messo in luce che "l'Africa intera ha bisogno della forza trainante della democrazia, del buon governo, del dinamismo economico del Sud Africa... La rinascita dell'Africa dipende molto da voi. Lo hanno dimostrato i paesi dell'Unione africana accogliendo l'iniziativa del Presidente Mbeki e lanciando l'anno scorso a Lusaka la Nuova partnership per lo Sviluppo dell'Africa".

Il Presidente della Repubblica ha altresì affermato che "l'esempio del Sud Africa è stato trainante della crescita nella partecipazione politica... Il processo democratico è fonte di prosperità per tutti. Invito i governanti dello Zimbabwe a mantenere la democrazia che è la chiave di volta della rinascita africana".

Ciampi ha così concluso: L'Italia è pienamente cosciente che l'Africa costituisce la sfida decisiva della nostra epoca. Insieme ai nostri partners dell'Unione Europea vogliamo fare dell'associazione con l'Africa una realtà a beneficio dei popoli africani, europei, occidentali e della comunità internazionale tutta. Sento in pieno la responsabilità, che intendo assolvere con profonda consapevolezza e impegno personale, di dirvi ad alta voce in questo consesso: il XXI secolo deve diventare il secolo dell'Africa". (Inform)


Vai a: