* INFORM *

INFORM - N. 48 - 10 marzo 2002

Presentato a Venezia workshop "Veneto for you". L'obiettivo 70 milioni di presenze turistiche in 3 anni

VENEZIA – Almeno 300 compratori provenienti da 25 Nazioni europee, accompagnati da 50 giornalisti dei rispettivi Paesi; le sedi Enit di tutta Europa al lavoro per calamitare l’attenzione di agenti di viaggio e operatori dell’outgoing del vecchio continente; educationals sul territorio per far toccare con mano il valore della "merce"; corsi accelerati di marketing commerciale per gli operatori veneti dell’offerta che dovranno essere pronti a "vendere" come mai è stato fatto prima; tre giorni "alla grande" a Venezia con feste a palazzo ducale e al casinò del lido; due di "duro" lavoro, faccia a faccia con i contratti sul tavolo, nei nuovissimi padiglioni della Venezia Terminal Passeggeri alla marittima.

E’ questa l’estrema sintesi di ciò che accadrà dall’11 al 13 luglio prossimi in "Veneto For You", il primo workshop internazionale di promozione e commercializzazione dell’offerta turistica veneta, che è stato presentato in grande stile nella Sala Tiepolo della sede Rai del Veneto a palazzo Labia di Venezia, dal presidente della Regione Giancarlo Galan. Al suo fianco, per significare un’unità d’intenti e forze per certi versi inedita, c’erano l’assessore veneto al turismo Floriano Pra, il presidente della Provincia di Venezia Luigino Busatto (con l’assessore al turismo Danilo Lunardelli); l’assessore comunale al turismo Marino Cortese in sostituzione del sindaco Paolo Costa, influenzato; il responsabile delle relazioni esterne dell’Enit Marco Montini, giunto apposta da Roma per garantire che l’Ente Nazionale per il Turismo "appoggia con convinzione questa nuova iniziativa del Veneto perché, quando si muove la prima Regione turistica d’Italia, ne guadagna l’intero movimento delle vacanze ‘made in Italy’".

"L’obbiettivo di Veneto For You – hanno detto Galan e Pra – è presto detto: 70 milioni di presenze (nel 2001 sono state 58) entro 3 anni, con una forte spinta al prolungamento delle stagioni; la valorizzazione dei mille angoli sconosciuti del Veneto; l’affermazione di nuove proposte come il turismo enogastronomico; quello naturalistico; quello culturale legato a nuove occasioni come il museo delle Montagne di Monte Rite; il binomio sport-salute".

"I numeri – ha sottolineato Galan – dicono che oggi un turista si ferma da noi 4-5 giorni: dobbiamo riuscire a farlo stare 6 o 7. E ci riusciremo, perché i veneti quando si muovono difficilmente toppano; perché su questa gigantesca operazione di marketing c’è al lavoro una bella squadra cui si è aggiunto un Enit al quale non ho lesinato critiche ai limiti della querela in passato, ma che oggi svolge una funzione preziosa sia per l’immagine nazionale che in appoggio alle Regioni; perché il Veneto ha gli stessi beni culturali dell’intera Francia e, in più, ha Venezia". In "Veneto For You" tutti hanno funzioni precise: il Comune di Venezia collaborerà all’accoglienza degli ospiti con le serate a Palazzo Ducale e al Lido; le Province lavoreranno alla realizzazione degli educationals sul territorio; a Venezia Terminal Passeggeri ospiterà il "cuore" della manifestazione, cioè le contrattazioni.

"Appuntamento a luglio – ha concluso l’assessore Pra – anche se da qui ad allora il lavoro non conoscerà un giorno di sosta, perchè si sta mettendo in moto una macchina gigantesca, come merita la prima industria del Veneto con i suoi 21 mila miliardi di fatturato annuo e i suoi 330 mila addetti". "Veneto For You 2002" sarà dedicato al mercato europeo, ma già nel 2003 l’orizzonte si allargherà per puntare al resto del mondo. (Inform)


Vai a: