* INFORM *

INFORM - N. 41 - 28 febbraio 2002

Ciampi: "Il Cile è oggi più vicino all'Europa"

ROMA - Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, al termine del colloquio con il Presidente della Repubblica del Cile, Ricardo Lagos, incontrando i giornalisti ha dichiarato che "la visita del Presidente Lagos conferma la stretta amicizia fra i nostri due Paesi, rafforza la cooperazione economica bilaterale, dà impulso ai negoziati per l'associazione del Cile all'Unione Europea, ribadisce l'importanza di un più stretto collegamento fra l'Europa e l'America Latina. Il radicarsi della democrazia, la solidità delle istituzioni e la continuità di una politica economica, che combina rigore e liberalizzazione con costanza di crescita e progressi sociali, fanno del Cile una fonte di stabilità regionale. Nell'attuale difficile congiuntura economica internazionale e regionale è più che mai necessario che l'America Latina mantenga ferme le grandi conquiste democratiche e continui sulla via della liberalizzazione commerciale e della integrazione economica.

"Il Presidente Lagos - ha aggiunto Ciampi - mi ha informato degli sviluppi più recenti del Suo Paese, e ho avuto di incoraggiarlo a cercare una sempre più stretta integrazione col Mercosur di cui il Cile è membro associato. Il Parlamento europeo ha ribadito la volontà di giungere a una zona di libero scambio fra i due continenti nel 2010. Per l'Italia è un obiettivo strategico, pienamente compatibile con la creazione di un'Area di Libero Scambio delle Americhe (ALCA) entro il 2005, e noi guardiamo con simpatia e con favore questa realtà di più stretti rapporti fra le due Americhe. Il Cile è oggi più vicino all'Europa".

Ciampi ha poi ricordato che un mese fa, il 28 gennaio, il Consiglio per gli Affari generali dell'Unione Europea ha auspicato la conclusione dei negoziati per l'Accordo di associazione tra l'Unione Europea e il Cile al secondo vertice tra l'Unione Europea e l'America latina e i Caraibi che si svolgerà a Madrid il 17 maggio 2002. Questa visita rilancia le relazioni bilaterali e le possibilità di investimento che il Cile offre all'imprenditoria italiana. Il Presidente della Repubblica Italiana si è detto lieto degli approfonditi incontri a livello ministeriale che si sono già svolti e dell'ampia gamma di contatti con operatori italiani sia a Roma. sia a Milano. Col Presidente Lagos è stata infine ribadita la più ferma condanna del terrorismo in ogni sua manifestazione, in quanto minaccia alla pace, alla stabilità internazionale e alla sicurezza dei cittadini. (Inform)


Vai a: