* INFORM *

INFORM - N. 39 - 26 febbraio 2002

Manifestazione a Monaco di Baviera a favore di Fiorenza Colonnella, candidata italiana alle elezioni comunali del 3 marzo

MONACO - Il sindaco di Firenze Leonardo Domenici e l'ex sindaco di Palermo Leoluca Orlando hanno partecipato all'iniziativa organizzata domenica 24 febbraio dalla sezione dei DS "Alexander Langer" di Monaco di Baviera per sostenere il sindaco Christian Ude, la SPD e la candidata italiana Fiorenza Colonnella alle prossime elezioni del 3 marzo.

L'incontro è stato aperto dal saluto di Claudio Cumani, segretario della sezione Ds, che ha poi presieduto i lavori della serata. Christian Ude ha ricordato che l'integrazione è "per tutti o per nessuno". Gli italiani non devono pensare di non correre il rischio di restare vittime dell'intolleranza per il solo fatto di essere cittadini dell'Unione Europea. Quando qualche anno fa i conservatori locali hanno fatto la campagna contro gli stranieri, raccogliendo le firme contro la doppia cittadinanza, coltivando la "paura dell'altro" presente in molti settori della società tedesca "le prime vittime della violenza razzista sono state un italiano ed un greco, non due extracomunitari". Ora che - diversamente dal passato - i cittadini europei sono automaticamente iscritti alle liste elettorali, non ci sono scuse per non andare a votare: un'alta partecipazione al voto è il primo strumento in mano ai cittadini stranieri per combattere chi semina i veleni dell'odio e dell'intolleranza, per rafforzare Monaco quale città dell'apertura e dell'accoglienza.

Il ministro della Cultura tedesco Nida-Ruemelin ha parlato sulla necessità della costruzione di una cultura europea basata sulla tolleranza, l'integrazione, la contaminazione reciproca. Discorso ripreso dal Sindaco di Firenze Domenici, a Monaco anche per discutere con Ude del suo progetto di formazione di una rete di istituti postuniversitari finanziati direttamente dalla Commissione Europea e dislocati nelle varie città europee di cultura. Leoluca Orlando è partito dalla sua esperienza di sindaco di Palermo, per ragionare sul ruolo della cultura nell'impegno civile della lotta alla mafia e della costruzione della nuova Europa. Tutti gli intervenuti hanno ribadito come l'integrazione passi anche attraverso la partecipazione attiva della comunità italiana alla vita sociale, culturale e politica del luogo in cui si vive, ed hanno riconosciuto a Fiorenza Colonnella il grande lavoro da lei svolto nel passato Consiglio Comunale, specialmente nei settori dell'assistenza all'infanzia ed agli anziani..

Durante la discussione sono poi intervenuti, fra gli altri, Franz Maget, segretario della SPD di Monaco, ed Antonio Pellegrino, presidente del Comites di Monaco. Quest'ultimo ha ribadito a sua volta l'importanza della partecipazione: indipendentemente da chi si intenda votare, è importante andare a votare, perché (è il suo slogan) "chi vota vince". L'incontro è stato concluso da Fiorenza Colonnella, che ha ricordato il lavoro fatto nei sei anni trascorsi al Consiglio comunale (scuole, anziani, difesa degli italiani colpiti dalle espulsioni, ecc.), lavoro che è a base del suo programma futuro.

Leonardo Domenici e Leoluca Orlando sono poi intervenuti in serata alla "Kulturfest" dell'SPD. Anche qui i due rappresentanti italiani hanno parlato delle loro esperienze di amministratori di grandi città, del loro impegno per una Italia più giusta, più tollerante, libera dalla criminalità e dalla corruzione, dei loro progetti per la costruzione dell'Europa. (Inform)


Vai a: