* INFORM *

INFORM - N. 39 - 26 febbraio 2002

Alla Bit di Milano una iniziativa della Regione Veneto e di Reinhold Messner

Un museo tra le nuvole e l'incanto delle Dolomiti

VENEZIA - Già lo hanno definito il "Museo tra le Nuvole" e, quella che poteva essere considerata un'impresa troppo ambiziosa, dal prossimo 29 giugno sarà invece una realtà operativa che qualificherà ulteriormente l'offerta turistica delle montagne del Cadore. Stiamo parlando del Museo Internazionale delle Dolomiti, un progetto fortemente voluto e sostenuto dalla Regione Veneto, nato da un'intuizione del "re degli ottomila", il noto scalatore altoatesino Reinhold Messner. Sorgerà a quota 2.181, sul Monte Rite, in provincia di Belluno, e sarà il museo più alto d'Europa.

Ma già nei giorni scorsi, alla Borsa Internazionale del Turismo (Bit),, si è potuto, per così dire, respirare aria d'alta quota. In questa importante vetrina del turismo mondiale, l'assessore veneto al turismo, Floriano Pra e lo stesso Messner hanno voluto presentare la nuova e affascinante struttura museale, destinata a divenire una delle attrazioni storiche, culturali e turistiche di richiamo internazionale. Essa troverà sede, in un forte costruito dall'esercito italiano nel 1914 per fermare l'avanzata austriaca durante la Grande Guerra, un'imponente opera militare, composta da una caserma, una polveriera, un osservatorio e varie batterie di cannoni. Ridotta ormai quasi a un rudere, la struttura è stata recuperata dopo un attento lavoro di restauro, con una spesa di circa 7 miliardi messi a disposizione dalla Regione, utilizzando fondi propri e dell'Unione Europea.

Il museo conterrà oggetti, documenti e materiali messi a disposizione da Messner e raccolti in tanti anni di ricerche e spedizioni: si tratta non solo di testimonianze della montagna e della sua storia, delle gesta epiche di alpinisti e scalatori, ma anche di sculture, pitture e opere d'arte in genere che dalla montagna sono state ispirate. Fra le tante curiosità, saranno esposti anche il cranio e le zampe dell'orso delle caverne di Conturines. L'ex forte, ormai quasi completamente restaurato, si raggiunge attraverso una vecchia strada militare, anch'essa risistemata e messa in sicurezza, che parte da passo Cibiana. I sette chilometri di questa strada, chiusa al traffico veicolare privato, potranno essere percorsi a piedi o utilizzando l'apposito bus navetta.

Qui, si potrà visitare l'esposizione, ospitata nell'ex batteria, oppure sostare e rifocillarsi nella foresteria con bar e ristorante e dotata anche di 20 posti letto per gli escursionisti. Ma anche godere di una vista mozzafiato sulle vette dolomitiche, tra malghe, prati e boschi, attraverso gli osservatori ricavati da tre postazioni di cannoni, la cui struttura sopraelevata in vetro e acciaio riproduce l'architettura di un cristallo di dolomia. E' facile intuire che il "Museo tra le Nuvole" sarà meta per numerosi di appassionati escursionisti, essendo collocato lungo l'Alta Via numero 3 delle Dolomiti e facilmente raggiungibile percorrendo i numerosi sentieri del Cai attorno al Monte Rite. Un vero paradiso per chi ama il trekking ma anche per quanti sono attratti dalle testimonianze della Grande Guerra e dalla unicità del vicino villaggio di Cibiana, u n paesino di poche centinaia di anime, dalle tipiche e antiche case, le cui facciate sono impreziosite da murales realizzati da noti artisti internazionali.

"E' stato come se una cordata avesse raggiunto una vetta difficile, dopo aver dato il massimo e in totale affiatamento": questa, tanto per restare nel tema, l'immagine usata da Pra e Messner per commentare l'iniziativa. "Il museo sarà un polo di richiamo turistico di qualità - ha aggiunto l'assessore - per chi ama vivere la montagna e le sue storie". "Questo ambiente è un patrimonio del mondo - gli ha fatto eco Messner - e qui il turismo dovrà essere rispettoso e non deve divorare tutto in poco tempo". Pra ha annunciato che alle Dolomiti e al Monte Rite saranno dedicate importanti azioni promozionali sui mercati italiani ed esteri e si sta già lavorando a un'ipotesi di pacchetti con voli charter. (Inform)


Vai a: