* INFORM *

INFORM - N. 36 - 21 febbraio 2002

Incontro Tremaglia – Regioni: una Unità di Coordinamento per le iniziative a favore della comunità italiana in Argentina

ROMA - Si è svolto un significativo incontro tra il Coordinamento delle Regioni italiane sui temi dell’emigrazione e il ministro per gli Italiani nel mondo, Mirko Tremaglia. Della delegazione facevano parte il presidente della Regione Abruzzo Giovanni Pace; gli assessori ai flussi migratori della Regione Veneto, Raffaele Zanon, e della Regione Sardegna, Matteo Luridiana; il vice presidente vicario della Consulta dei Toscani nel mondo, Lorenzo Murgia; il responsabile per le relazioni internazionali della Regione Emilia-Romagna, Marco Capodaglio; il responsabile per gli affari comunitari e internazionali della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province Autonome, Andrera Ciaffi.

Durante l’incontro le Regioni hanno chiesto al ministro di costituire una Unità di Coordinamento "Governo-Regioni" per garantire l’organicità delle iniziative a favore della comunità italiana in Argentina rimarcando la necessità di un forte impegno finanziario ed organizzativo da parte dello Stato.

Sono stati toccati i temi più sentiti e le necessità espresse dalla comunità in Argentina: verifica e monitoraggio degli stati di indigenza che richiedono interventi immediati; definizione di un fondo comune di solidarietà per interventi specifici e azioni mirate; coinvolgimento delle Associazioni umanitarie, religiose, dei patronati italiani e delle rappresentanze degli italiani all’estero per aiuti ai più bisognosi; attivazione di procedure per lo snellimento e la velocizzazione delle pratiche per la concessione della cittadinanza italiana e rilascio dei passaporti; coordinamento nella raccolta di medicinali e di generi alimentari per tamponare le attuali emergenze; riconsiderazione delle politiche legate ai flussi e alle quote specifiche di emigrati che rientrano dall’Argentina; snellimento delle procedure per il riconoscimento dei titoli di studio; iniziative a sostegno delle imprese italiane operanti in Argentina e accesso al credito agevolato; possibili convenzioni con le compagnie di trasporto per persone e merci per gli aiuti destinati alla comunità italiana.

Il ministro Tremaglia ha annunciato la sua totale disponibilità nel coinvolgere i ministeri competenti per gettare un ponte di aiuti concreti al grande Paese sudamericano. Nel corso dell’incontro è stata evidenziata la necessità di omogeneizzare e valorizzare il ruolo delle Consulte regionali per attivare tutte le forme di partecipazione per le nostre comunità all’estero. Molti di questi temi troveranno sviluppo in una riunione promossa dal Ministro anche in vista della Conferenza Stato, Regioni, Province autonome e Consiglio Generale degli Italiani all’Estero. (Inform)


Vai a: