* INFORM *

INFORM - N. 34 - 19 febbraio 2002

Argentina: aiuti sanitari dal Veneto

VENEZIA - La grave crisi in atto in Argentina non ha solo risvolti economici. C’è anche una vera e propria emergenza nel sistema della sanità pubblica, alle prese con la carenza, in alcuni casi mancanza, di farmaci salvavita (antiemofilici, immunosoppressori, insulina, antibiotici) e di presìdi sanitari tra i più comuni (cateteri, drenaggi, placche ortopediche). Una richiesta di aiuto è venuta il 19 febbraio da una delegazione composta da esponenti delle Province (le nostre Regioni) di Buenos Aires, Cordoba e Santa Fè, che ha incontrato a palazzo Balbi di Venezia il vicepresidente e assessore alla sanità del Veneto Fabio Gava.

Nel corso dell’incontro, l’esponente veneto ha garantito il massimo impegno nella prosecuzione della cooperazione in campo sanitario avviata sin dall’ottobre del 1997, ma ha anche dato la disponibilità della Regione ad un intervento d’urgenza per sostenere la crisi contingente in cui versano gli ospedali argentini. Probabilmente già nella seduta prevista per il primo marzo, la Giunta regionale stanzierà infatti un contributo che dovrebbe aggirarsi sui 300 milioni (150.000 €) per l’acquisto dei medicinali di cui c’è carenza, utilizzando uno specifico fondo riservato alla iniziative di cooperazione sanitaria internazionale. "Nel contempo – ha aggiunto Gava – verificheremo la disponibilità delle varie Ullss venete a partecipare nelle forme che saranno più utili e velocemente attivabili". Gava ha poi allargato il ragionamento ai vari aspetti della cooperazione economica in atto tra Veneto e Argentina. Gli ospiti hanno portato anche il saluto ed un invito del Governatore della Provincia di Santa Fè, l’ex beniamino dei tifosi Ferrari Carlos Reutemann. (Inform)


Vai a: