* INFORM *

INFORM - N. 33 - 18 febbraio 2002

I Ds promuovono i coordinamenti per gli italiani nel mondo

ROMA - I Democratici di sinistra hanno compiuto un altro passo nello sviluppo della loro strategia di attenzione verso gli italiani all’estero. La loro iniziativa, infatti, oltre che verso le comunità italiane all’estero, si sta sviluppando in direzione delle proprie organizzazioni in Italia e degli eletti a livello regionale e locale, che a vario titolo hanno rapporti politici e istituzionali con le realtà storiche e recenti di emigrazione.

Venerdì 15 febbraio, infatti, a Bologna, alla presenza dell’on. Gianni Pittella, di Norberto Lombardi e di Eugenio Marino, collaboratore per la comunicazione dell’Ufficio degli italiani nel mondo della direzione Ds, si sono incontrati diversi dirigenti di partito e di associazioni, tra i quali numerosi consiglieri regionali.

Nel corso della riunione si è deciso di costituire, oltre al coordinamento per le regioni del nord, già avviato nei mesi scorsi, il coordinamento di quelle dell’Italia centrale. In veste di coordinatori delle due strutture sono stati indicati rispettivamente il Consigliere regionale dell’Emillia Romagna, Silvia Bartolini, e quello dell’Umbria Costantino Pacioni, del Consiglio regionale dell’emigrazione della sua regione.

I coordinamenti territoriali si propongono di sensibilizzare le istanze di partito e gli amministratori alle tematiche degli italiani all’estero, con particolare riguardo alla dimensione regionale, e di sviluppare una rete di relazioni con le comunità di origine. Essi, inoltre, potranno diventare laboratori di idee e di proposte nel campo delle politiche culturali e della formazione, di quelle relative alla solidarietà e alla comunicazione, nelle prove di dialogo con le nuove generazioni e in quant’altro possa concorrere a delineare un’identità aperta e plurima dell’italicità nel mondo. (Inform)


Vai a: