* INFORM *

INFORM - N. 33 - 18 febbraio 2002

Un appello di Berlusconi a Serbia e Montenegro

ROMA - Un pressante appello - si apprende da fonti della Farnesina - è stato rivolto dal presidente del Consiglio e ministro degli Affari Esteri ad interim, Silvio Berlusconi, a Serbia e Montenegro affinché colgano appieno, e senza ulteriori indugi, le opportunità offerte dalle proposte dall'Alto Rappresentante dell'Unione Europea, Javier Solana, per la ridefinizione dei rapporti tra le due Repubbliche attraverso una riforma istituzionale della RFJ che preservi la cornice federale.

Nel sottolineare il convinto appoggio dell'Italia agli sforzi di Solana, il presidente Berlusconi ha ricordato come il raggiungimento di una soluzione condivisa, atta a garantire l'autonomia del Montenegro salvaguardando l'unitarietà e la stabilità del Paese, rappresenti l'unica via realistica e percorribile in un'ottica di avvicinamento e di integrazione all'Europa. Ogni iniziativa unilaterale da parte della dirigenza montenegrina intesa a pregiudicare i negoziati in corso attraverso l'organizzazione di un referendum non potrebbe che essere stigmatizzata da parte dell'Italia e degli altri paesi europei, che hanno fatto pervenire in questi giorni messaggi in tal senso al ppresidente Djukanovic. (Inform)


Vai a: