* INFORM *

INFORM - N. 28 - 8 febbraio 2002

Potenziamento degli uffici diplomatici e consolari in Argentina: approvato dalla Camera il decreto-legge.

"Cabina di regia" Stato-Regioni prevista in due ordini del giorno

ROMA - La Camera ha approvato il 6 febbraio all'unanimità (si sono astenuti uscendo dall'Aula i deputati di Rifondazione Comunista) il disegno di legge di conversione del decreto-legge che prevede l'assunzione di 30 contrattisti per il potenziamento degli uffici diplomatici e consolari in Argentina. Il provvedimento è passato al Senato per l'approvazione definitiva.

Il Governo, rappresentato dal Sottosegretario agli Esteri Baccini, ha accettato l'ordine del giorno Molinari ed ha accolto come raccomandazione l'ordine del giorno Spini. In entrambi (ne pubblichano qui di seguito il testo) si prevede l'istituzione di una "cabina di regia" Stato-Regioni per coordinare l'azione di sostegno a favore dei connazionali. (Inform)

---------

La Camera, premesso che: la situazione politico-istituzionale edeconomica dell'Argentina tiene con il fiato sospeso centinaia di migliaia di nostri connazionali che vi risiedono; le Regioni italiane hanno discusso un documento per coordinare un'azione comune in favore dellecomunità italiane che risiedono nelpaese sudamericano; le proposte avanzate da alcune regioni di far rientrare gli italiani d'Argentina tra le quote relative alle assunzioni di extracomunitari rappresenta una incongruenza giuridica in quanto in questa legislatura il Parlamento ha votatola legge che attribuisce il voto degli italiani all'estero; la priorità è invece rappresentata dall'obiettivo di non sradicare la presenza della nostra comunità e di non riproporre separazioni traumatiche e drammatiche per intere famiglie che vivono oramai stabilmente da oltre mezzo secolo in Argentina; impegna il Governo a prevedere uno stanziamento finanziario straordinario per affrontare l'emergenza ed istituire una cabina di regia Stato-Regioni per coordinare le forme di sostegno concreto che devono concretizzarsi anche nel medio e lungo periodo soprattutto in termini di assistenza sanitaria e di sostegno alle attività economiche dei nostri connazionali. (Molinari)

------

La Camera, premesso che: l'evoluzione della situazione politico-istituzionale ed economica in Argentina presenta ulteriori e preoccupanti motivi di allarme; l'Italia deve ribadire concretamente la sua solidarietà con le centinaia di migliaia di connazionali che vi risiedono; l'azione delle regioni italiane e la loro volontà di arrivare ad un'azione comune di solidarietà e sostegno ai nostri emigrati; impegna il Governo ad istituire una cabina di regia tra Stato e regioni per coordinare le forme di sostegno e di solidarietà a trovare idonei canali per far pervenire direttamente i sostegni italiani ai nostri emigrati residenti in Argentina; a verificare la congruità dei fondi stanziati e a stanziarne ulteriori a fronte della drammaticità della situazione; impegna altresì il Governo a concentrarsi sui seguenti obiettivi: partenariato nella struttura produttiva, a partire dalla piccola e media impresa; intensificazione del rapporto con l'organizzazione del Mercosud; predisporre iniziative internazionali idonee ad aiutare l'Argentina a ristrutturare la sua posizione e rinegoziare i suoi debiti esteri. (Spini, Raffaella Mariani, Ruzzante, Carli, Innocenti)

Inform


Vai a: