* INFORM *

INFORM - N. 27 - 7 febbraio 2002

 

Ricerca Cnel-Censis sui lavoratori stagionali immigrati in Italia

 

ROMA - Chi sono e come vivono i lavoratori stagionali immigrati in Italia? Dopo il via libera del Governo all'ingresso di 33 mila extra-comunitari stagionali, il Cnel scatta la fotografia di una realtà sempre più importante nelle attività economiche del paese, ma ancora per molti aspetti sconosciuta. A questa fascia della forza-lavoro è dedicata infatti la ricerca, realizzata dall'Organismo nazionale di coordinamento per le politiche di integrazione sociale degli stranieri istituito presso il Cnel in collaborazione con il Censis, che sarà presentata a Villa Lubin lunedì 11 febbraio.

Obiettivo dell'indagine è fornire un primo contributo conoscitivo da cui partire per valutare le conseguenze di un eventuale nuovo sistema di regolamentazione dei flussi stagionali. Attraverso un'analisi sul campo si analizzano gli aspetti più rilevanti che caratterizzano le condizioni di vita e di lavoro degli immigrati presenti in alcune aree del paese: dal reddito disponibile al problema dell'alloggio, dall'uso del tempo libero al grado di integrazione sociale e ai progetti per il futuro. Sono stati esaminati, inoltre, i percorsi dei flussi migratori, i fattori che li hanno favoriti e gli ostacoli incontrati, il funzionamento dei meccanismi di ingresso, i problemi individuati dai testimoni privilegiati dei vari settori produttivi. La ricerca sarà presentata ai giornalisti durante una conferenza stampa (ore 12), alla quale parteciperanno il presidente del Cnel, Pietro Larizza, il presidente vicario dell'Organismo nazionale di coordinamento per le politiche di integrazione sociale degli stranieri del Cnel, Giorgio Alessandrini e il Sottosegretario al Lavoro, Maurizio Sacconi.

La conferenza stampa sarà preceduta da un seminario sul tema dei lavoratori stagionali immigrati in Italia che avrà inizio alle ore 10. Interverranno, dopo l'introduzione di a Giorgio Alessandrini, nell'ordine: Carla Collicelli (Censis), Remo Andreoli (assessore al Lavoro Provincia di Trento), Maria Angela Bastico (assessore al Lavoro Regione Emilia-Romagna), Vincenzo Santagata (assessore al Lavoro Provincia di Caserta), Dana Tirelli (Confcommercio), Angelo Del Gaizo (Cia), Ermanno Molinari (segretario generale Uil Trento), Franco Di Giangirolamo (segretario regionale Cgil Emilia-Romagna), Pietro Cerrito (segretario regionale Cisl Campania), Daniela Carlà (direttore generale Divisione immigrazione del minstero del Lavoro). (Inform)


Vai a: