* INFORM *

INFORM - N. 26 - 6 febbraio 2002

Grazie alla "Dante Alighieri" cresce a La Paz (Bolivia) l’interesse per la cultura e la lingua italiane

ROMA - E’ in continuo aumento l’interesse per la lingua e la cultura italiane, soprattutto tra i discendenti dei nostri concittadini, negli ambienti universitari e nelle imprese. La lingua del nostro Paese, inoltre, ha acquisito un fascino particolare nei giovani per quello che ha rappresentato e rappresenta, come è dimostrato dall’aumento delle borse di studio rilasciate dal Governo Italiano. Questo il risultato emerso dal bilancio 2001 del Comitato della "Dante Alighieri" di La Paz (Bolivia), divenuto un’importante realtà nell’ambiente culturale dell’intera città.

La "Dante" boliviana ha realizzato nello scorso anno 13 corsi, per un totale di 702 ore di lezione con ben 163 alunni, valori destinati ad aumentare nel 2002 grazie alla possibilità di usufruire di una nuova sede, più ampia della precedente. Oltre ai corsi di lingua e di cultura italiane, il Comitato ha svolto con successo diverse attività dedicate al nostro Paese: il "Primer festival" della cucina italiana; una mostra di pittura del maestro Luigi Cominetti; una conferenza su "Machiavelli" e una sul giornalista "Vittorio Messori"; una mostra fotografica su "Luigi Domenico Gismondi"; e la proiezione del film "San Francesco d’Assisi". Per il 2002 gli obiettivi sono quelli, come detto, di aumentare il numero dei corsi e degli alunni, e di coordinare con l’Ambasciata d’Italia, con il "Viceministerio di Cultura" e con le altre istituzioni locali, manifestazioni ed iniziative volte alla diffusione e alla promozione della lingua e della cultura italiana, scopo statutario perseguito dalla "Dante Alighieri" grazie all’opera di quasi 500 Comitati presenti in tutto il mondo. (Inform)


Vai a: