* INFORM *

INFORM - N. 23 - 1 febbraio 2002

Sbarchi di clandestini - Berlusconi ha convocato alla Farnesina l'Ambasciatore di Turchia, Necati Utkan

ROMA - Il Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri ad interim, Silvio Berlusconi, ha convocato stasera alla Farnesina l'Ambasciatore di Turchia, Necati Utkan. Il Presidente Berlusconi ha espresso la forte preoccupazione del Governo italiano per il ripetersi di sbarchi di clandestini sulle coste italiane a bordo di imbarcazioni provenienti da porti mediterranei e in particolare turchi, a seguito dell'arrivo a Gallipoli della nave Engin.

Berlusconi ha fatto appello alla Turchia affinché assicuri un controllo efficace delle sue frontiere e dei possibili punti di partenza del traffico di clandestini. Ha inoltre sottolineato il vivo auspicio del Governo italiano per un ulteriore sviluppo della collaborazione tra i due Paesi, con particolare riferimento alla conclusione di un accordo di riammissione in Turchia delle persone illegalmente provenienti dal quel Paese.

L'Ambasciatore di Turchia ha assicurato il massimo impegno delle Autorità turche per una incisiva azione di controllo dei propri porti e ha sottolineato l'interesse del Governo di Ankara al rafforzamento della cooperazione con l'Italia. Utkan ha ricordato le possibilità di collaborazione offerte dall'accordo bilaterale sulla lotta contro il terrorismo, il crimine organizzato e i traffici illegali e di esseri umani, in vigore dall'anno scorso, e il notevole numero di arresti, già effettuati dalle Autorità turche, di persone coinvolte in operazioni di immigrazione clandestina. L'Ambasciatore ha inoltre concordato circa il più sollecito avvio del negoziato di un accordo di riammissione.

L'Ambasciatore di Turchia ha infine rinnovato l'invito del Governo turco ad effettuare quanto prima una visita ufficiale in Turchia. Berlusconi ha subito accettato l'invito, riservandosi di fissare la data attraverso i canali diplomatici. (Inform)


Vai a: