* INFORM *

INFORM - N. 20 - 29 gennaio 2002

Regione Puglia - Giovani, donne e comunicazione le priorità del piano annuale per i pugliesi all’estero

BARI - Intende dare una risposta ai bisogni espressi dai pugliesi residenti all’estero, partendo da un’analisi della situazione delle comunità di emigrati, il programma regionale di interventi approvato dalla Giunta regionale nelle ultime sedute del 2001, secondo quanto previsto dalla nuova legge regionale un materia, la n. 23 del 2000. Tutti i corregionali in tutti i continenti sono considerati soggetti attivi che interagiscono direttamente col "sistema Puglia". Interlocutori privilegiati, anche del piano annuale, risultano in particolare i giovani e le donne, ai quali il governo regionale ha voluto riconoscere priorità. I giovani pugliesi sono infatti al centro di un processo di crescita culturale, che tende anche ad un inserimento nel settore economico e in quello imprenditoriale.

Lo stanziamento del programma 2001, di circa a 103.300 euro, pari a 2 miliardi di lire, è stato così suddiviso: promozione culturale 24,10%, formazione e iniziative rivolte ai giovani 31,50%, attività d’informazione e comunicazione 19,40%, incentivi per attività economiche e aiuti abitativi 25%. La strategia messa in atto punta ad incidere concretamente su tre settori fondamentali: promozione culturale e sociale, formazione, comunicazione. Nell’ambito della promozione, oltre a due importanti manifestazioni culturali in Australia (un convegno sulle problematiche giovanili) e Sud Africa (un convegno sulla condizione sui problemi delle donne), sono previsti soggiorni per anziani meno abbienti, che avranno l’opportunità di ritornare in Puglia, e settimane pugliesi che consentiranno di sviluppare, tra l’altro, rapporti commerciali tra piccole e medie imprese pugliesi ed estere a titolarità pugliese.

Le iniziative formative, rivolte come si è detto in particolare ai giovani, serviranno a promuovere l’identità pugliese e a diffondere appieno le tradizioni, i modi di vivere e soprattutto modalità di lavoro diverse, che posano consentire loro una nuova logica di crescita. Anche alla luce della situazione economica e sociale del popolo argentino, il piano ha previsto interventi mirati per i Paesi del Sud America. In particolare, sono stati autorizzati tre progetti formativi in Argentina, con finalità di recupero della lingua italiana e di promozione e diffusione della cultura imprenditoriale attraverso attività in loco e la realizzazione di stage formativi in Puglia.

Nel settore dell'informazione sono stati autorizzati gli interventi inseriti nell'area "informazione e comunicazione". Infatti, oltre alla rivista "Nuova Puglia Emigrazione", che rappresenta ormai un appuntamento storico della Regione con i 'suoi' pugliesi all'estero, si è voluto consolidare il rapporto con 'La Gazzetta del Mezzogiorno' che continuerò a giungere nelle sedi delle comunità. Inoltre è previsto un adeguato stanziamento per un programma di acquisto di libri e strumenti multimediali, che andrà a potenziare le biblioteche e mediateche delle associazioni e federazioni riconosciute. L'impegno e lo sforzo del governo regionale tende, con l'aiuto degli altri attori coinvolti, alla costruzione di una rete economico-culturale che metta in comunicazione i pugliesi sparsi nel mondo, consentendo di interpretare e gestire il processo di sviluppo in atto. (Inform)


Vai a: