* INFORM *

INFORM - N. 19 - 28 gennaio 2002

Nuovi Ambasciatori d'Italia in Marocco, Estonia, Corea del Sud e Bahrein

ROMA - La Farnesina ha reso note, a seguito dei gradimenti dei Governi interessati, le nomine recentemente deliberate dal Consiglio dei Ministri dei nuovi Ambasciatori d'Italia in Marocco, Estonia, Corea del Sud e Bahrein.

Alberto CANDILIO, Ambasciatore d'Italia a Rabat

Nato a Torino il 27 luglio 1942, si laurea in giurisprudenza presso l'Università di Roma, ed entra in carriera diplomatica nel 1969. Tra gli incarichi ricoperti nel corso della carriera, dopo aver prestato servizio presso la Direzione Generale degli Affari Economici, dal 1972 al 1979 è Primo Segretario alla Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'OCSE in Parigi, e Console ad Hong Kong. Rientrato a Roma, dal 1979 al 1981 è fuori ruolo al Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica. Nel 1981 è ancora fuori ruolo per prestare servizio presso la Presidenza della Repubblica, Ufficio del Consigliere Diplomatico. Dal 1981 al 1985 è Consigliere a Tel Aviv, ove viene successivamente confermato come Primo Consigliere. Dal 1985 al 1989 è Console Generale a Montreal. Rientrato al Ministero, dal 1989 al 1991 è Capo dell'Ufficio Ordinamento dell'Amministrazione della Direzione Generale del Personale e Amministrazione. Dal 1991 al 1994 è alla dirette dipendenze del Direttore Generale del Personale e Amministrazione. Nel 1991 viene nominato Inviato Straordinario e Ministro Plenipotenziario di 2a classe. Dal 1994 al 1999 è Ambasciatore a Kuala Lumpur. Rientrato a Roma, nel 1999 è alle dirette dipendenze del Direttore Generale dell'Emigrazione e Affari Sociali, e successivamente del Direttore Generale degli Affari Politici. Dal 2000 è Vice Direttore Generale per gli Affari Politici e Multilaterali e i Diritti Umani. (Inform)

Ruggero VOZZI Ambasciatore d'Italia a Tallinn

Nato a Roma il 5 ottobre 1938, si laurea in giurisprudenza presso l'Università di Roma ed entra in carriera diplomatica nel 1967. Tra gli incarichi ricoperti nel corso della carriera, dopo aver prestato servizio presso la Direzione Generale degli Affari Economici, dal 1970 al 1978 è Secondo Segretario commerciale alla Rappresentanza Permanente presso la CEE in Bruxelles, primo Segretario commerciale a Beirut e Consigliere a Kinshasa. Rientrato a Roma, dal 1978 al 1979 è al Dipartimento per la Cooperazione allo Sviluppo. Dal 1979 al 1983 è Reggente l'Ufficio Questioni Giuridiche dello stesso Dipartimento. Dal 1983 al 1984 è Capo dello stesso Ufficio. Dal 1984 al 1988 è Primo Consigliere a Stoccolma. Dal 1988 al 1992 è Primo Consigliere a L'Aja. Rientrato al Ministero, dal 1992 al 1993 è all'Ispettorato Generale del Ministero e degli Uffici all'estero. Dal 1993 al 1996 è Ispettore del Ministero e degli Uffici all'estero. Nel 1993 viene nominato Inviato Straordinario e Ministro Plenipotenziario di 2a classe. Dal 1996 al 1999 è Ambasciatore a Santo Domingo ed accreditato, con credenziali di Ambasciatore, anche a Saint John's (Antigua e Barbuda), a Besseterre (St. Kitts and Nevis), e a Porto Principe (Haiti). Rientrato a Roma, dal 1999 è fuori ruolo per svolgere l'incarico di responsabile di settore per le attività relative alle relazioni internazionali della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. (Inform)

Francesco RAUSI Ambasciatore d'Italia a Seoul

Nato a Catania il 20 febbraio 1944, si laurea in giurisprudenza e in scienze politiche presso l'Università di Catania, ed entra in carriera diplomatica nel 1970. Tra gli incarichi ricoperti nel corso della carriera, dopo aver prestato servizio presso il Centro Cifra e Telecomunicazioni e alla Segreteria Particolare del Sottosegretario di Stato, dal 1972 al 1980 è Secondo Segretario all'Aja, ove viene confermato come Primo Segretario, e Primo Segretario Commerciale a Bogotà. Rientrato a Roma, dal 1980 al 1984 è alla Direzione Generale degli Affari Politici. Dal 1984 al 1989 è Consigliere alla Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'ONU in New York. Dal 1989 al 1990 è Primo Consigliere Commerciale a Pechino. Dal 1990 al 1993 è Primo Consigliere a Brasilia. Rientrato al Ministero, dal 1993 al 2000 è Capo dell'Ufficio ONU della Direzione Generale degli Affari Politici. Nel 1998 viene nominato Inviato Straordinario e Ministro Plenipotenziario di 2a classe. Dal 2000 al 2001, a seguito della riforma del Ministero degli Affari Esteri, è Capo dell'Ufficio ONU della Direzione Generale per gli Affari Politici Multilaterali e i Diritti Umani. Dal 14 gennaio 2001, è alle dirette dipendenze del Direttore Generale per gli Affari Politici Multilaterali e i Diritti Umani. (Inform)

Angelo LA MARTE Ambasciatore d'Italia a Manama

Nato ad Acerra (Napoli) il 18 luglio 1941, si laurea in economia e commercio presso l'Università di Napoli, ed entra in carriera diplomatica nel 1971. Tra gli incarichi ricoperti nel corso della carriera, dopo aver prestato servizio presso la Direzione Generale degli Affari Economici, dal 1974 al 1982 è Primo Segretario Commerciale a Kinshasa, Primo Segretario a La Valletta, e Primo Segretario Commerciale a Mosca. Rientrato a Roma, dal 1982 al 1985 presta servizio presso il Dipartimento per la Cooperazione allo Sviluppo. Dal 1985 al 1990 è Consigliere Commerciale ad Atene, ove viene successivamente confermato come Primo Consigliere Commerciale. Dal 1990 al 1991 è Primo Consigliere a Berlino (RDT). Rientrato a Ministero, nel 1991 è alla Direzione Generale degli Affari Politici. Dal 1991 al 1995 è Primo Consigliere a Praga. Dal 1995 al 1998 è Console Generale a Marsiglia. Dal 1998 al 2000 è Capo dell'Ufficio Ricerca, Studi, e Programmazione della Direzione Generale degli Affari Economici. Dal 1 gennaio 2000 è Capo dell'Ufficio Sostegno all'Internazionalizzazione del Sistema Economico Italiano della Direzione Generale per la Cooperazione Economica e Finanziaria Multilaterale. (Inform)


Vai a: