* INFORM *

INFORM - N. 19 - 28 gennaio 2002

Musica barocca italiana a Bruxelles

BRUXELLES - Due raffinati ensembles italiani: Europa Galante e Il Giardino Armonico, sono stati protagonisti, nei giorni scorsi, di due splendidi concerti di musica barocca italiana ed europea, che hanno avuto luogo nella grande sala del Palais dex Beaux Arts di Bruxelles alla presenza di più di duemila persone. L'evento è stato organizzato dalla Société Philahrmonique in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura de Bruxelles ed è stato trasmesso in diretta su Musique 3, la rete culturale della R.T.B.F, la Radio-televisione belga di lingua francese, grazie al sostegno della banca belga Bacob.

Europa Galante, diretta dal siciliano Fabio Biondi, ha eseguito un programma di musiche di Georg F. Haendel, con solista il contro-tenore David Daniels, due concerti di Antonio Vivaldi e il concerto grosso in re maggiore di Arcangelo Corelli, ricevendo lunghi applausi da un pubblico attento ed entusiasta. Fondato nel 1989, l’ensemble Europa Galante ha acquistato rapidamente una notorietà internazionale. Il suo successo è, oggi, legato alla riscoperta e alla valorizzazione della musica barocca italiana.

Anche Il Giardino Armonico ha dato una prova di altissimo livello ed è stato molto apprezzato ed applaudito, per la perfezione e la raffinatezza della sua esecuzione. Fondato a Milano nel 1985, Il Giardino Armonico è, oggi, uno dei principali ensembles italiani che interpretano la musica barocca su strumenti originali, con un repertorio maggiormente rivolto verso i compositori italiani del XVII e XVIII. Sotto la direzione di Giovanni Antonini, sono state eseguite alcune rare sonate di Dario Castello e Giovanni Battista Buonamente, il concerto in re minore per oboe, archi e basso continuo di Alessandro Marcello e due concerti per flauto in sol minore e in fa minore "La tempesta di mare" di Antonio Vivaldi, per concludere con il concerto per clavicembalo, archi e basso continuo in re minore di Johann Sebastien Bach.

Altro importante appuntamento con la musica italiana si è concluso ieri, domenica 27 gennaio, al Teatro dell'Opera di Gand, dove l'orchestra dell'Opera Fiamminga diretta da Massimo Zanetti - allievo di Donato Renzetti e collaboratore di Claudio Abbado - ha eseguito la terza replica dell'opera "Norma" di Vincenzo Bellini in versione concertante, con Michèle Crider (Norma) e Enzo Capuano (Oroveso). I concerti hanno ottenuto un notevole successo di critica e di pubblico, con lunghi applausi a scena aperta e registrando il tutto esaurito. Domani, martedì 29 gennaio, verrà eseguita la prima di "Norma" ad Anversa nella sala Reine Elisabeth, con replica il 31 gennaio, per proseguire poi, domenica 3 febbraio, al Palais des Beaux Arts di Bruxelles. Questo evento musicale belliniano, che ha ottenuto il patrocinio del Presidente della Commissione Europea Romano Prodi, è stato organizzato dalla Vlaamse Opera con la collaborazione dell'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles. (Inform)


Vai a: