* INFORM *

INFORM - N. 15 - 22 gennaio 2002

Lombardia - Formigoni firma un accordo con la Regione Libertad del Perù

MILANO - Sarà un gruppo di lavoro composto da dirigenti e tecnici della Regione Lombardia e della Regione Libertad del Perù a stabilire le modalità di collaborazione tra i due governi dopo la firma, avvenuta il 21 gennaio al palazzo della Regione Lombardia, del protocollo d’intesa siglato dal presidente Roberto Formigoni e da Leon Rivera, presidente del Libertad.

Scambi economici per favorire lo sviluppo delle piccole e medie imprese delle due regioni nei campi del tessile abbigliamento e del settore calzaturiero, incremento della collaborazione nel turismo, faccenda leva sul binomio bellezze naturali-culturali di cui entrambe le regioni sono ricche, approfondimento delle esperienze compiute dalla Regione Lombardia in materia di federalismo e decentramento amministrativo considerati dai partner peruviani come un modello cui ispirarsi nel disegnare la nuova struttura dello Stato. Sono questi – insieme alla richiesta di condivisione delle politiche attuate dalla Lombardia in materia di inquinamento e rifiuti – i temi affrontati nel corso dell’incontro tra il Presidente Formigoni e l’Assessore all’industria e al turismo Massimo Zanello con la delegazione della Regione Libertad.

Questo protocollo – ha commentato Formigoni – è un inizio concreto di una forte collaborazione e segno di una profonda amicizia e solidarietà tra i nostri due popoli. Credo – ha aggiunto il presidente – che il gruppo di lavoro congiunto sia lo strumento migliore per individuare passi concreti di collaborazione in diversi settori".

Il Presidente Rivera ha invitato Formigoni – che ha accettato assicurando che questo viaggio sarà inserito quanto prima nel suo già nutrito calendario di impegni europei ed internazionali – ed ha voluto offrire le sue garanzie in relazione al clima di sicurezza e legalità oggi presenti in Perù. Uno Stato – come ha ricordato lo stesso Rivera – in cui pur essendo da poco introdotta la democrazia (prima era sotto regime dittatoriale), sta proponendosi a livello internazionale per rilanciare la sua economia.

Il Presidente della Repubblica peruviana Alexandro Toledo – secondo quanto affermato dai membri della delegazione in visita alla Regione Lombardia – sta trasformando il paese conferendo più poteri alle Regioni e alle amministrazioni comunali: se negli anni della dittatura il trasferimento dello Stato agli enti locali era nell’ordine del 3,7 per cento del bilancio nazionale, nel prossimo quadriennio le Regioni gestiranno il 25 per cento delle risorse nazionali e i Comuni il15 per cento. Di qui l’esigenza di approfondire con la Regione Lombardia modelli di strutture imperniate su un effettivo decentramento amministrativo e la necessità di dialogare strettamente con la Lombardia per introdurre i prodotti peruviani: la regione Libertad, fino agli anni ’90, deteneva circa il 70 per cento delle quote del mercato calzaturiero. (Inform)


Vai a: