* INFORM *

INFORM - N. 14 - 21 gennaio 2002

Istituto Fernando Santi - Il Presidente Piero Puddu sul disegno di legge Bossi-Fini sull'immigrazione

ROMA - L'Istituto Fernando Santi, da trent'anni tra gli emigrati italiani nel mondo, - ha dichiarato il presidente Piero Puddu - ha partecipato alla manifestazione del 19 gennaio a Roma per le garanzie costituzionali, per i diritti e l'inclusione sociale degli immigrati, contro il disegno di legge del Governo.

Il Parlamento - ha proseguito Puddu - deve radicalmente cambiare l'impianto e la sostanza di larga parte del ddl Bossi-Fini. Dal Paese deve crescere una protesta contro il provvedimento che è punitivo verso i migranti ed inidoneo a risolvere questioni aperte quali l'integrazione nelle grandi aree urbane ed il problema della sicurezza per tutti.

L'Istituto Fernando Santi si rivolge in particolare alle realtà associative che si ispirano alla dottrina sociale della Chiesa e che fanno riferimento all'area di governo perché riflettano sull'oggettiva contrapposizione tra i principi e i valori della Chiesa e i contenuti del disegno di legge. L'Istituto è disponibile a ricercare ogni idonea soluzione legislativa per migliorare l'applicazione della legge 40, rafforzandola laddove la stessa ha mostrato dei limiti. A tal fine - ha concluso Puddu - considera importante l'apertura di un confronto senza pregiudizi con quanti, ponendo al centro il valore dell'uomo per ispirazione cattolica o laica, non intendono accettare un disegno di legge che certamente si troverà in contrasto anche con la legislazione che l'Unione Europea si appresta a produrre in materia d'immigrazione. (Inform)


Vai a: