* INFORM *

INFORM - N. 12 - 17 gennaio 2002

 

Extracomunitari: una quota aggiuntiva per quanti assistono anziani

Il vice presidente della Regione Toscana Passaleva ha spiegato la proposta incontrando i responsabili della Comunità di Sant’Egidio.-

FIRENZE - Come assessori regionali alle politiche sociali abbiamo chiesto quote aggiuntive, straordinarie ed urgenti, di immigrazione, rispetto a quelle che il decreto del governo prevederà, proprio per quanti assistono anziani o persone comunque che non sono autonome". E’ quanto ha spiegato il vice presidente della Regione Toscana, Angelo Passaleva, sceso in strada nel pomeriggio per incontrare i rappresentanti della Comunità di Sant’Egidio: anziani ed extracomunitari che manifestavano insieme contro il decreto attualmente in gestazione sui flussi di immigrazione. "La nostra proposta, elaborata in Conferenza a Roma – ha aggiunto Passaleva – è già stata fatta propria dai presidenti delle Regioni".

La quota non è stata quantificata. "Ma si tratta comunque di diverse migliaia di persone in tutta Italia" ha concluso Passaleva.

Una proposta che va dunque incontro alla regolarizzazione e semplificazione burocratica delle assunzioni, alla revisione del tetto di 93 milioni di lire annui per gli italiani che vogliono assumere regolarmente e maggiori possibilità di ricorrere alla procedura della sponsorizzazione, che sono le proposte di emendamento avanzate dalla Comunità di Sant’Egidio. (wf-Inform)


Vai a: