* INFORM *

INFORM - N. 7 - 10 gennaio 2002

 

Tricoli (AN) ha presentato un disegno di legge all'Assemblea Regionale

Agevolazioni della Regione Siciliana per il trasferimento nell'Isola delle attività imprenditoriali avviate dall’estero dagli emigrati

PALERMO – Rimborso di parte delle spese di trasporto di macchinari e attrezzature nell’Isola; assegnazione gratuita, per 10 anni, di un terreno idoneo all’impianto di uno stabilimento produttivo; finanziamento, per metà, a fondo perduto e, per l’altra metà, a tasso agevolato, per la costruzione dello stabilimento e agevolazioni sugli oneri finanziari e la formazione professionale del personale.

Sono queste le agevolazioni concesse dalla Regione, per il tramite dell’Assessorato al Lavoro, per il trasferimento nell’Isola delle attività produttive avviate all’estero da emigrati siciliani che intendano rientrare in Sicilia dal disegno di legge firmato dal Presidente della Commissione Attività produttive dell’ARS, Marzio Tricoli (AN) e presentato a Palazzo dei Normanni nel corso di una conferenza stampa.

"Questo disegno di legge", ha detto Tricoli, "nasce con lo scopo di agevolare tutti gli emigrati siciliani che, desiderando rientrare nella loro terra d’origine, non vogliono abbandonare le attività imprenditoriali avviate, quasi sempre con successo, nei Paesi dove si sono trasferiti. Vogliamo agevolare il trasferimento di queste attività in Sicilia, in modo da consentire agli emigrati di non disperdere i sacrifici di una vita e di creare opportunità di nuova occupazione in Sicilia". (Inform)


Vai a: