* INFORM *

INFORM - N. 1 - 2 gennaio 2002

Capodanno fra tradizione e novità

ROMA - Capodanno all'insegna della tradizione, con gli auguri del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi agli Italiani - a quelli residenti in Patria e alle comunità all'estero - e con un pensiero particolare rivolto, proprio all'inizio, agli Italiani d'Argentina. Nel messaggio del Capo dello Stato il riferimento ai due avvenimenti che caratterizzano, per l'Europa e per il mondo, questo inizio d'anno: l'avvento dell'euro, la moneta unica di dodici paesi dell'Unione Europea, e la lotta al terrorismo; lotta che dovrà essere accompagnata da una maggiore giustizia a livello internazionale. L'Europa propone al mondo il principio del dialogo, un principio che deve valere anche per il mondo politico italiano, nei rapporti tra maggioranza e opposizione e tra le varie istituzioni.

La novità è rappresentata dal primo messaggio del Ministro per gli Italiani nel mondo, Mirko Tremaglia, tutto rivolto - e non poteva che essere così - al trionfo del 20 dicembre, "la vittoria di una vita". Un messaggio che avrebbe forse voluto inviare subito, senza attendere l'occasione del Capodanno, nel quale rivive, con entusiasmo e commozione, la magia del momento in cui le modifiche costituzionali per il voto all'estero della scorsa legislatura, che erano condizionate all'approvazione della normativa di applicazione, sono diventate operative. Un successo pieno: nei contenuti, perché i nuovi parlamentari dovranno essere espressione diretta delle comunità, ed anche nei tempi, perché al voto definitivo si è arrivati, come annunciato, nei primi sei mesi della legislatura. (Inform)


Vai a: