* INFORM *

INFORM - N. 247 - 28 dicembre 2001

Adriano Toniut (CGIE Argentina): Lettera aperta al Governo Italiano

MAR DEL PLATA - Era necessario che scoppiasse la crisi in Argentina, che si vedessero per la televisione come si saccheggiavano i negozi, la repressione poliziale, perche il governo italiano appena adesso, prendesse le decisioni di creare un Unità di Crisi Ministero degli Affari Esteri/Ministero per gli Italiani Nel Mondo, che si presentasse un decreto legge per l'assunzione temporanea di 30 contrattisti per il trattamento di pratiche urgenti relative all'assistenza ai connazionali e al riconoscimento della cittadinanza, l' invio urgente di personale del Ministero degli Affari Esteri di rinforzo presso la rete diplomatica consolare in Argentina ????.

Questa è la domanda che mi faccio….

Durante gli ultimi tre anni i membri del C.G.I.E. provenenti dall'Argentina venivamo anticipando la scoppiante situazione che stava vivendo la Repubblica Argentina e le sue possibile conseguenze. Quante furono gli interventi nelle Assemblee Plenarie, i documenti presentati, ordine del giorno, mozioni, ecc. ecc. nei quali oltre di rassegnare la situazione e le sue conseguenze, sollecitavamo l' aumento di fondi destinati all'assistenza, una maggiore quantità di personale nei consolati, il conferimento di un contributo di solidarietà per gli indigenti italiani residenti in Argentina, ecc. e adesso mi domando a che é servito tutto quello, é, che appena ora credete a quello che anni indietro gli avevamo anticipato ???.

Una prima riflessione: è necessario che il governo italiano rivalorizzi la funzione dei membri del C.G.I.E., dando i funzionari credibilità ai nostri interventi, suggerimenti e/o proposte.

Puro voglio lasciar segnalata la mia posizione in quanto a che é necessario che i Comites locali partecipino in forma attiva collaborando con i consoli affinché possano applicarsi gli aiuti che ha disposto il governo italiano per l'emergenza, a tali effetti, dal Ministero dovranno venire ordini che servano a tale scopo, come puro sono convinto che i membri del C.G.I.E. per l'Argentina dovremmo formare parte come consultori nell'unità di crisi creata dal Governo italiano per essere noi quelli che conosciamo la realtà, e possiamo apportare idee concrete affinché l'aiuto arrivi veramente a chi lo necessiti. Spero che avvenga la convocazione. (Avv. Adriano Toniut, membro C.G.I.E. - Argentina)

Inform


Vai a: