* INFORM *

INFORM - N. 242 - 20 dicembre 2001

Galan, presidente del Veneto: "restituito un diritto ingiustamente negato a milioni di connazionali"

VENEZIA - "Milioni di nostri connazionali - e corregionali - cessano oggi di essere dal punto di vista dei diritti politici dei cittadini di serie B e tornano ad essere italiani a pieno titolo". Questo il commento del Presidente del Veneto, Giancarlo Galan, alla conclusione positiva dell'interminabile iter legislativo del provvedimento che riconosce agli italiani all'estero il diritto di eleggere loro rappresentanti nel Parlamento Italiano".

"E' un fatto storico - ha aggiunto Galan - il riconoscimento di un sacrosanto diritto che pone rimedio ad una colossale ingiustizia nei confronti di milioni di nostri connazionali e che giunge dopo un lunghissimo e travagliato iter parlamentare che solo oggi ha avuto fine. L'Italia che non era riuscita a garantire un lavoro a questi nostri connazionali e che essi invece, con le loro rimesse, avevano contribuito a risollevare economicamente, ha finalmente compiuto nei loro confronti un atto di giustizia". (Inform)


Vai a: