* INFORM *

INFORM - N. 242 - 20 dicembre 2001

Fatiga (CGIE): "gran bella giornata!"

ROMA - "Oggi è veramente una gran bella giornata!" A rallegrarsi è Franco Fatiga, segretario generale dell'UIM e membro del CGIE: "Una stortura della nostra democrazia che, di fatto, in materia di diritti politici, discriminava tra cittadini italiani residenti in patria e cittadini italiani residenti all'estero è stata definitivamente sanata. Alle ore 12,10 il Senato con 185 voti favorevoli, 1 contrario e 10 astenuti ha concluso l'annoso e travagliato iter legislativo grazie al quale circa 4 milioni di connazionali residenti all'estero potranno esercitare il diritto di voto anche per corrispondenza fin dalla prossima tornata elettorale.

"E' una battaglia vinta dalle Istituzioni, dalle forze politiche, dalle associazioni dell'emigrazione ma sopratutto dal CGIE che con un lavoro intelligente, costruttivo e costante ha saputo bene intepretare e tutelare i diritti fondamentali di quella grande Italia sparsa in tutto il mondo. Il nostro impegno in tema di difesa dei diritti politici di cittadinanza non finisce qua, anzi ora si apre una nuova e delicata fase di lavoro per far sì che la fruizione del diritto di voto avvenga nel modo più corretto possibile. Mi riferisco al diritto di informazione politica che bisogna assicurare in modo diffuso, trasparente e imparziale a tutti i prossimi elettori. E' mia convinzione che, al riguardo, le Istituzioni da sole non c'è la facciano. Potrebbero essere proprio le Associazioni ad essere utilmente coinvolte in questa operazione. L'Unione Italiani nel Mondo è a disposizione", conclude Fatiga. (Inform)


Vai a: