* INFORM *

INFORM - N. 242 - 20 dicembre 2001

Voto all'estero: la soddisfazione del Segretario dei DS Piero Fassino

ROMA - "Esprimo viva soddisfazione politica e personale per il voto di oggi in Senato, che porta a compimento un cammino lungo e difficile iniziato nella scorsa legislatura e che molti connazionali all'estero attendevano con ansia." Così il segretario dei Ds, Piero Fassino, commenta l'approvazione definitiva della legge ordinaria sul voto degli italiani all'estero.

"Dal punto di vista politico - continua Fassino - la mia soddisfazione e quella dei Ds, è data dal fatto che l'approvazione di questa legge testimonia il nostro impegno finalizzato al riconoscimento e all'esercizio dei diritti di cittadinanza degli italiani all'estero. Un impegno che va in direzione di quella idea di una sinistra rinnovata e competitiva che concorre con la realizzazione di una nuova fase di internazionalizzazione dell'Italia. Voglio infatti ricordare il nostro consistente contributo politico e numerico dato, in questa legislatura e nella precedente, per arrivare finalmente alla definitiva approvazione della riforma costituzionale."

"Dal punto di vista personale la mia soddisfazione è grande perché io stesso ho avviato, da sottosegretario agli Esteri del Governo Prodi, il processo legislativo che oggi è giunto a termine. Ho sempre ritenuto che gli italiani all'estero rappresentino una voce nuova e originale per il nostro paese e una risorsa che l'Italia dovrà essere capace di valorizzare sempre di più." "Anche come partito, abbiamo così tenuto fede agli impegni presi e alla parola data. Ora che la legge ordinaria è stata definitivamente approvata - conclude Fassino - ci troviamo di fronte a nuovi e impegnativi problemi organizzativi, per cui chiediamo che il Governo faccia al più presto tutto quanto è in suo potere per organizzare l'anagrafe elettorale e per definire i rapporti bilaterali con gli Stati in cui i nostri connazionali dovranno esercitare il loro diritto di voto". (Inform)


Vai a: