* INFORM *

INFORM - N. 239 - 17 dicembre 2001

Parte da Padova la Mostra itinerante sull’emigrazione veneta

Al Caffè Pedrocchi l'iniziativa promossa dalla Regione Veneto e realizzata dall'Anea, per far conoscere ai veneti di oggi la saga dei propri antenati e ai veneti nel mondo la realtà del Veneto di oggi.

PADOVA - Tocca al piano nobile del Caffè Pedrocchi a Padova lanciare la mostra itinerante sull’emigrazione veneta. La mostra rimarrà aperta fino al 13 gennaio per essere trasferita poi a Villa Breda in zona Ponte di Brenta, dove sarà a disposizione di comuni, scuole e organizzazioni che la richiedano (sia in Italia sia all'estero).

Il Veneto è consapevole di detenere il primato fra le Regioni italiane con 3 milioni e 190 mila corregionali espatriati fra il 1870 e il 1980, seguita dalla Campania con 2 milioni e 850 mila unità. Il motivo principale della fuga in massa di gente dalle terre venete era, come si sa, il tentativo di superare una invincibile situazione di sopravvivenza e di raggiungere un dignitoso benessere in Paesi ricchi di spazio, di risorse naturali, di opportunità di lavoro, di libertà di espressione nel rispetto della legalità.

Il percorso dalla condizione di miseria a quella del benessere, e occasionalmente di grande successo, è stato faticoso e lungo ed è documentabile. La mostra che sta per essere aperta mira appunto ad essere un documento di facile, piacevole e veloce lettura di questa saga che non si può più tenere nascosta quasi fosse una vergogna nazionale.

La documentazione, raccolta dall’Associazione nazionale emigrati ed ex emigrati in Australia e Americhe (ANEA), proviene in gran parte dai suoi soci che hanno messo a disposizione ricordi personali (foto e oggetti) facilmente accomunabili con tutti gli emigrati. Altri contributi provengono dai Bellunesi e Vicentini nel Mondo e dall’associazione Caminhos de Pedra di Bento Gonçalves, Rio Grande do Sul. Inoltre, sono stati prodotti appositamente per questa iniziativa anche due filmati, intitolati "I veneti nel Rio Grande do Sul" e "Veneto Oggi".

La mostra dell’emigrazione veneta contiene, con opportune aggiunte, una parte destinata alle comunità venete nel mondo ad illustrazione di ciò che è oggi la loro antica regione.

L’impressione che si ha nel vedere il progetto finito è che le due ben precise finalità della mostra sono state raggiunte: far conoscere ai veneti di oggi la saga dei propri antenati e ai veneti nel mondo la realtà del Veneto di oggi. Due realtà a confronto, non antitetiche, ma testimoni di una trasformazione che rende giustizia alla dignità dell’uomo dentro e fuori dal suo territorio. (Aldo Lorigiola*-Veneti nel Mondo/Inform)

________________
* Presidente dell'ANEA


Vai a: