* INFORM *

INFORM - N. 235 - 10 dicembre 2001

Veneti nel Mondo - Zanon a Vicenza per il Meeting socio-culturale di creazione della rete informativa tra giovani oriundi veneti

VICENZA - Sono dodici giovani, oriundi veneti, di età non superiore ai 35 anni, che provengono da Argentina, Cile, Brasile, Australia, Sud Africa, Istria, Canada e rappresentano le Federazioni dei Giovani Veneti nel Mondo che promuovono attività per favorire il recupero e il mantenimento delle origini venete nei tanti paesi in cui si è indirizzata l'emigrazione. Si trovano in questi giorni a Vicenza, per dare vita a un Meeting socio-culturale che ha come obiettivo la creazione di una rete informativa di scambio tra i giovani oriundi veneti a livello internazionale. Il 10 dicembre, presso la Sala consiliare del Comune di Vicenza, questo gruppo di figli e nipoti di emigrati veneti ha incontrato l’Assessore regionale ai flussi migratori Raffaele Zanon, affiancato dall’Assessore comunale alle politiche giovanili Arrigo Abalti, dalla Presidente della Commissione regionale per le pari opportunità Patrizia Marin, dalla Presidente della Confederazione Giovanile veneti nel Mondo Felicia Mesiano.

La confederazione si è costituita nel luglio 2001 raccogliendo le sollecitazioni di coordinamento e di organizzazione dei giovani oriundi veneti provenienti dal 1° Meeting internazionale dei Giovani Oriundi Veneti nel Mondo tenutosi ad Abano Terme nel dicembre 2000. Durante il meeting di Vicenza (dal 10 al 16 dicembre), il gruppo di giovani oriundi veneti incontreranno rappresentanti delle istituzioni venete, degli imprenditori, dell’Università di Padova.

"Va sollecitato il protagonismo dei giovani oriundi - ha detto Zanon che, fra l’altro, ha letto una lettera di benvenuto espressamente mandata dal Ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia - perché è fondamentale per rilanciare la politica di collegamento e di recupero culturale, sociale ed economico tra il Veneto di qui e il Veneto nel Mondo. Ma anche perché può rappresentare una positiva chance di rivitalizzazione delle associazioni storiche degli emigrati veneti che hanno bisogno di nuova linfa. In particolare - ha proseguito l’esponente veneto - l’organizzazione di questo meeting intende fare in modo che i portavoce delle federazioni giovanili abbiano un’occasione di contatto diretto con la realtà sociale e culturale e economica della loro regione d’origine per dare opportunità di confronto culturale, di formazione professionale, di possibilità lavorative".

Da parte sua, la Presidente Mesiano ha annunciato l’imminente apertura sul sito web ufficiale della Regione Veneto di pagine Internet dedicate ai giovani veneti nel mondo che segneranno, tra l’altro, l’avvio di un Forum sull’emigrazione aperto ai contributi di tutti, specialmente dei giovani veneti e dei giovani oriundi veneti.

L’Assessore veneto ha inoltre colto l’occasione dell’incontro per trarre un veloce bilancio delle iniziative e degli interventi regionali del 2001 nel settore dell’emigrazione. (Inform)


Vai a: