* INFORM *

INFORM - N. 235 - 10 dicembre 2001

Un ordine del giorno della I Commissione del CGIE giudica inadeguato il telegiornale di Rai International per l'informazione regionale

ROMA - E' stato approvato a larga maggioranza dalla I Commissione del CGIE "Informazione e Comunicazione", nel corso della riunione del 5 dicembre a Roma, un ordine del giorno presentato da Enzo Centofanti (CGIE USA) riguardo l'informazione regionale fornita da Rai International con il telegiornale "Qui Roma", notiziario quotidiano giudicato "di modesta fattura, di incerta linea editoriale e di confusa identità".

Questo il testo dell'ordine del giorno:

"L'annuncio, fatto molto tempo fa dalla nuova Direzione di Rai International, della nascita di un telegiornale dedicato agli italiani all'estero, caratterizzato dalle informazioni regionali ora mancanti nei tv nazionali trasmessi dalla rete, aveva suscitato significative aspettative nelle comunità di tutto il mondo. Se ne erano fatti carico il CGIE, i mezzi di informazione italiani all'estero, gli stessi connazionali che vivono lontano dalla Madrepatria.

A distanza di poco più di tre mesi dal varo di "Qui Roma" quelle aspettative stanno andando deluse. Il notiziario quotidiano risulta per unanime giudizio di modesta fattura, di incerta linea editoriale, di confusa identità.

Pur dando atto alla nuova Direzione di Rai International di un significativo sforzo complessivo per migliorare la programmazione, si chiede di provvedere in tempi rapidi e in modi adeguati ad un miglioramento della qualità e della linea di "Qui Roma", una iniziativa che potrebbe assolvere ad una importante funzione informativa della lontana realtà regionale italiana se fosse realizzata con criteri diversi da quelli attuali.

Si raccomanda, inoltre, che le didascalie e i sottotitoli ora in italiano vengano invece fatte in lingua inglese per l'area anglofona e in lingua spagnola per l'area latino-americana. In questo modo si assolve anche all'importante compito della diffusione della cultura italiana usando lingue locali". (Inform)


Vai a: