* INFORM *

INFORM - N. 234 - 8 dicembre 2001

"Sicilia Mondo" ricorda Maria Grazia Cutuli

CATANIA - Maria Grazia Cutuli, siciliana in prima linea, è morta sulla strada di Kabul, da dove con forza d’animo straordinaria, voleva fare conoscere all’Occidente le barbarie della guerra. Il suo sacrificio, ricordato dal mondo intero, vuole essere un contributo importante della donna nella società. Ne sono una conferma l’audacia e la determinazione con la quale ha portato avanti e sviluppato il suo programma di lavoro. Insegna a tutti noi come la coerenza e la ricerca della verità, siano i pilastri su cui costruire un modello di vita. Catania, città natale, e la Sicilia tutta la onorano e la ricordano come l’eroina del 2001. Con la tragica scomparsa di Maria Grazia la Sicilia paga ancora una volta il suo tributo di sangue sull’altare dell’informazione, quella vera, di servizio, dei doveri che trova le sue motivazioni nella verità come valore permanente della vita.

"Sicilia Mondo" ha vissuto con grande emozione e partecipazione la tragica morte di Maria Grazia della memoria storica dei tantissimi italiani scomparsi in tutti gli angoli della terra nell’esercizio dei valori nobili della vita. In questi momenti tristi "Sicilia Mondo" anche a nome delle Associazioni aderenti sparse in tutto il mondo, esprime il suo vivo cordoglio e si sente particolarmente vicina ai familiari, al Corriere della Sera ed a tutta la stampa italiana e straniera. Il Consiglio Direttivo di "Sicilia Mondo" nella sua ultima riunione ne ha commemorato la nobile figura. (Inform)


Vai a: