* INFORM *

INFORM - N. 233 - 6 dicembre 2001

Regione Toscana - Il Pegaso d’Oro a Abdoulaye Wade innovatore della democrazia africana

FIRENZE - "Definito il "padre della democrazia senegalese" e, per l’instancabile impegno nei movimenti democratici del suo continente, "l’avvocato dei paesi africani", rappresenta oggi una delle personalità più significative di quella nuova classe dirigente africana che si batte per la democrazia e lo sviluppo del proprio continente".

E’ questo il cuore della motivazione con la quale la giunta regionale della Toscana ha deciso di assegnare il Pegaso d’Oro 2001 a Abdoulaye Wade, presidente della Repubblica del Senegal. La consegna del premio avverrà nel corso di una cerimonia che si terrà martedì 11 dicembre, con inizio alle ore 10, presso la Sala giunta di Palazzo Bastogi.

Fondatore e segretario del Partito democratico senegalese e vicepresidente dell’Internazionale liberale, Wade è attivamente impegnato nelle organizzazioni internazionali africane, dall’Organizzazione dell’unità africana, al Coordinamento panafricano degli intellettuali, alla Conferenza panafricana permanente sulla democrazia.

Studioso di discipline giuridiche ed economiche, ha insegnato all’Università di Dakar e alla Sorbona a Parigi ed è autore di importanti opere sulla situazione politica, economica e sociale dell’Africa: tra queste, Le liberalisme en Afrique Noire, Droits de l’Homme et droits des Peuples, Un destin pour l’Afrique.

"Il segno veramente innovatore dell’esperienza politica di Abdoulaye Wade – spiega il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini – sta tutto nella scelta di considerare lo sviluppo della democrazia e l’esercizio dei diritti civili come condizioni essenziali per lo crescita economica e sociale dell’intero continente africano. Ed è proprio questa intuizione e soprattutto la sua coerente applicazione – conclude Martini - che la Toscana della difesa dei diritti umani e del dialogo tra i popoli intende onorare con la sua massima onorificenza". (Inform)


Vai a: