* INFORM *

INFORM - N. 232 - 5 dicembre 2001

Soddisfazione di Ruggiero per la positiva conclusione della Conferenza di Bonn sull'Afghanistan

ROMA - Il ministro degli Affari Esteri, Renato Ruggiero, ha espresso grande soddisfazione per la positiva conclusione della Conferenza di Bonn sull’Afghanistan, che dovrà costituire la base per la stabilizzazione politica del paese e per gli interventi necessari per favorirla, quali il dispiegamento della forza internazionale su mandato dell’ONU richiesta dalle parti afghane. Ruggiero, che aveva incaricato l’inviato speciale per l’Afghanistan della Farnesina, ministro plenipotenziario Enrico De Maio, di seguire i lavori della conferenza, ha espresso apprezzamento per tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato - felicitandosi in particolare con il rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite per l’Afghanistan, Lakhdar Brahimi - e ha ringraziato personalmente il ministro degli Esteri tedesco Fischer per la disponibilità mostrata dalla Germania nell’ospitare la Conferenza.

L’Italia, si conferma alla Farnesina, ha predisposto l’invio a Kabul, via Islamabad, di una missione composta da diplomatici italiani che giungerà nella capitale afghana nella giornata di domani, con l’obiettivo di prendere una prima serie di contatti con le autorità afghane e di verificare le condizioni della sede diplomatica italiana.

Nei giorni successivi si recherà a Kabul il sottosegretario agli Esteri Margherita Boniver, per coordinare gli aiuti di emergenza italiani e prendere contatto con le strutture umanitarie esistenti in Afghanistan. L’Italia, già impegnata da tempo sul fronte politico per facilitare un accordo tra le varie forze della società afghana, ha risposto all’emergenza umanitaria stanziando oltre 70 miliardi di lire a favore di organizzazioni internazionali operanti nel paese. (Inform)


Vai a: