* INFORM *

INFORM - N. 230 - 3 dicembre 2001

Il 9 dicembre la quinta Assemblea UFARS in Svizzera

ZURIGO - La quinta Assemblea ordinaria della U.F.A.R.S., Unione delle Federazioni delle Associazioni Regionali in Svizzera, si terrà Domenica 9 Dicembre 2001, dalle 9.30 alle 17.00, presso l’Hotel Olten, Bahnhofstrasse 5, Olten. L’Assemblea avrà come motto : "Quo Vadis Associazionismo Regionale e non?". Oltre a temi di materia regionale, come l’introduzione del Federalismo in Italia, l’armonizzazione delle leggi regionali in materia di emigrazione ed immigrazione e la preparazione per la prossima Conferenza Stato-Regioni-CGIE (18-20 marzo 2002), l’Assemblea UFARS si prefigge di esaminare anche l’attuale realtà associativa regionale in Svizzera ed all’uopo sono state invitate anche le cinque Federazioni regionali non aderenti ad essa.

A proposito di numeri, come segnala il segretario generale Leoluca Criscione, disposizione dell’UFARS sono attualmente alcuni dati ufficiali, che rivelano quanto segue: all’Ambasciata italiana di Berna erano registrate al 6 dicembre 1999 ben 24 Federazioni di Associazioni regionali cosi suddivise: tre per il Friuli, due per Calabria, Lazio, Lombardia, Molise, Sardegna e Toscana; una per Abruzzo, Basilicata, Campania, Trentino, Emilia Romagna, Liguria, Marche, Puglia ed Umbria, mentre la Federazione dei Siciliani in Svizzera (USS), fondata nel 1996 dopo l’auto-scioglimento delle Federazioni fino allora esistenti, non figurava ancora in questa lista dell’Ambasciata. Alcuni indicazioni, comunque, sono dei doppioni.

Dalla lista si evince che le associazioni regionali registrate all’albo dell‘Ambasciata erano ben 293 cosi suddivise: Veneto (44), Sicilia (37), Puglia (32), Friuli (25), Calabria (22), Campania (21), Abruzzo (17), Lombardia (16), Basilicata (14), Trentino Alto Adige (11), Sardegna (9), Emilia Romagna (8), Marche (8), Molise (8), Toscana (5), Umbria (5), Lazio (4), Liguria (4) e Piemonte (1). Quindi il Veneto con 44 associazioni vince questa speciale classifica, seguito da Sicilia e Puglia. In totale il Nord era rappresentato da 109, il Centro da 39 e il Sud da 145 associazioni. La lista, evidentemente, non rivela attività e numero di iscritti e tanto meno se tali associazioni fossero "ancora in vita". Per dare una risposta a queste domande, gli uffici dell’Ambasciata e dei Consolati completarono nel 2000 un censimento delle associazioni in Svizzera, i cui dati, purtroppo, conclude Criscione, non ci sono ancora noti. (Inform)


Vai a: