* INFORM *

INFORM - N. 221 - 20 novembre 2001

Nuova collaborazione tra Provincia di Roma e "Dante Alighieri"

ROMA - Promuovere e valorizzare l’offerta turistica attraverso il valore aggiunto di un’opzione culturale adeguata. E’ questo l’obiettivo della nuova collaborazione tra la Provincia di Roma, attraverso l’Assessorato al Turismo, e la Società Dante Alighieri, Ente morale per la diffusione della lingua e della cultura italiane nel mondo.

Questa intesa, che cade in un momento particolarmente delicato nel settore turistico, intende proporre itinerari alternativi e mira ad accendere i riflettori su una realtà, quella della provincia di Roma, che presenta delle ricchezze paesaggistiche e dei patrimoni artistici di notevole valore ma ancora poco conosciuti.

Dunque, la "Dante Alighieri", con i suoi oltre 100 anni di storia e soprattutto con la sua presenza capillare in Italia e nel mondo (circa 500 comitati), può contribuire sensibilmente a promuovere la scoperta o la riscoperta dei tesori che circondano la Capitale, presso le comunità di italiani, o di loro discendenti, che vivono all’estero e che sempre più sentono il desiderio di visitare la loro terra di origine. Un occhio di riguardo, in particolare, rivolto ai giovani, che in molti casi, pur essendo cresciuti in un ambiente familiare italiano, non conoscono direttamente le bellezze della Penisola, e della provincia romana in particolare.

"La nostra scelta – afferma l’Assessore Leonardo Catarci – di portare avanti un programma promozionale con la ‘Dante Alighieri’ sposa l’esigenza di promuovere il turismo verso segmenti per noi finora inesplorati e nel contempo di collocare le nostre azioni e strategie in un respiro internazionale in grado di dare i suoi frutti".

Ma vediamo cosa prevede in concreto la collaborazione tra la Provincia di Roma e la Società Dante Alighieri:


Vai a: