* INFORM *

INFORM - N. 217 - 14 novembre 2001

A San Gallo convegno sulla storia degli italiani nella Svizzera orientale

SAN GALLO - E’ in preparazione all’università di San Gallo il convegno "Storia degli italiani nella Svizzera orientale", promosso dal Consolato di San Gallo, dal Comites e dal Centro di Studi italiani di Zurigo.

La presenza degli italiani nella Svizzera è da tempo materia di studio per storici e ricercatori, elaborata in trattati scientifici e sociologici, ma è poco conosciuta dai diretti protagonisti.

Per recuperare alla storia e divulgare le fonti dirette di questo fenomeno, che ha coinvolto da vicino milioni di persone, il Consolato d’Italia di San Gallo ed il Comitato degli Italiani all’Estero della stessa circoscrizione consolare hanno programmato una giornata di studio, che si terrà presso l’Università di San Gallo il prossimo 24 novembre. Parallelamente sarà presentata una mostra fotografica destinata ad un tour itinerante su tutto il territorio nazionale.

Parlare di noi stessi, della nostra storia ed accorgersi della presenza di tanti vuoti, di molti sentito dire ed infine rendersi conto, che anche molti ricordi si sono dissipati con l’assenza degli stessi protagonisti, ha indotto lo stesso Console d’Italia in San Gallo, Daniele Perico, a prendere l’iniziativa per recuperare alla memoria storica un inestimabile valore umano da affidare alle future generazioni.

Le tante storie degli italiani della Svizzera orientale raccontate dai protagonisti, dagli storici, dai politici svizzeri e dalla bocca di chi li ha ospitati per rendersi conto di cosa eravamo, del nostro operato, di una presenza che ha lasciato il segno nella società di accoglienza, tanto da influenzarne la vita ed i costumi e rendersi conto a distanza di anni di come eravamo visti e giudicati, vuole essere un appuntamento di riflessione a tutto tondo.

Riuscire a colmare alcuni vuoti può aiutare a capire l’oggi e gli altri e a correggere alcuni errori, a superare pregiudizi e liberarsi di incrostazioni e tabù che resistono all’evidenza della storia.

Al convegno in programma il 24 novembre all’università di San Gallo, a partire dalle 9 di mattina fino alle 14, sono stati invitati, tra gli altri, Kurt Furgler già presidente della Confederazione, Rosmarie Simmen presidente della commissione degli stranieri, Franco Narducci segretario generale del CGIE. Molte saranno inoltre le testimonianze dirette.

Oltre al convegno, lo stesso giorno sarà inaugurata nel salone del Consolato di San Gallo, una mostra fotografica itinerante, che sarà ospitata successivamente da molti comuni svizzeri. Gli organizzatori invitano enti, associazioni e privati che hanno del materiale interessante da poter mettere a disposizione della mostra, di mettersi in contatto con il Console Daniele Perico, tel. 0712274144, o inviarle all’indirizzo del Consolato d’Italia, rif. Mostra fotografica, Frongartenstrasse 9, 9001 San Gallo.

Sia i contributi orali del convegno, sia il materiale fotografico saranno pubblicati nei primi mesi dell’anno prossimo in una rivista distribuita gratuitamente alle famiglie italiane ed alle autorità comunali svizzere. E’ desiderio dei promotori di questo convegno giungere, dopo un percorso di riflessione comune che dovrà svolgersi anche in altre regioni ed aree geografiche della Svizzera, ad un resoconto finale da riprendere in una conferenza nazionale. (Inform)


Vai a: