* INFORM *

INFORM - N. 217 - 14 novembre 2001

Importante presenza degli italiani all'estero al Congresso DS

ROMA - La partecipazione degli italiani all'estero al Congresso dei Democratici di Sinistra (Pesaro 16-18 novembre), è tra le più considerevoli mai registrate in un partito italiano in occasioni congressuali. Sono circa cinquanta, infatti, i delegati e gli invitati che presenzieranno ai lavori congressuali, provenienti da 14 paesi di quattro continenti.

I delegati veri e propri sono 27, di cui 15 in rappresentanza delle organizzazione dei DS all'estero e 12 in rappresentanza dei Forum e di associazioni politiche tematiche. I delegati sono stati indicati da assemblee congressuali e da iniziative politiche, nel corso delle quali è stato discusso, oltre alle mozioni vere e proprie, anche uno specifico documento dedicato agli italiani all'estero. E' da ricordare che i congressi delle organizzazioni territoriali, che hanno votato sulle mozioni, hanno dato la prevalenza a Fassino, con una maggioranza del 67,2 %, a fronte del 28,3% di Berlinguer e dello 0,6 di Morando; il 3,75% gli astenuti. I paesi dell'Europa dai quali i partecipanti provengono sono sette (Svezia, Germania, Svizzera, Francia, Belgio, Lussemburgo ed Inghilterra), altrettanti quelli extraeuropei (Australia, Argentina, Uruguay, Brasile, Venezuela, Stati Uniti, Canada).

A Pesaro è prevista la partecipazione dei delegati alla Presidenza e a tutte le Commissioni congressuali. Un intervento in Assemblea generale e un ordine del giorno, che richiede un diretto impegno dei DS in ordine ai problemi degli italiani all'estero, riassumeranno le posizioni degli intervenuti.

Frequenti saranno gli incontri di delegati ed invitati tra loro e con dirigenti politici dei DS di livello nazionale e regionale, per approfondire linee tematiche e progettuali e per promuovere momenti di conoscenza e di solidarietà. (Inform)


Vai a: