* INFORM *

INFORM - N. 216 - 13 novembre 2001

Voto all'estero: una delegazione del CGIE ricevuta dai gruppi parlamentari della Camera

ROMA - A seguito della richiesta di incontro indirizzata dal Segretario Generale del CGIE Franco Narducci ai Gruppi parlamentari della Camera dei Deputati, in merito alla discussione in aula degli emendamenti all’articolo 8 della legge ordinaria che disciplina l’esercizio del diritto di voto all’estero, una Delegazione del CGIE – composta da Moser, Micheloni, Fatiga, Lodetti, Lombardi e De Matteo – è stata ricevuta dai Gruppi DS, La Margherita, AN, Lega Nord e CCD-CDU.

La delegazione ha ribadito la posizione del CGIE contraria a qualsiasi emendamento dell’articolo 8 che neghi la rappresentanza parlamentare diretta degli italiani all’estero basata sul requisito della residenza all’estero.

Violante e Soda per i DS, Castagnetti, Maccanico, Franceschini, Bressa, Monaco e Fanfani per la "Margherita", Cristaldi per AN, C’è e Dussin per Lega Nord, D’Alia per CCD-CDU hanno – anche se con accenti diversi – confermato la volontà dei rispettivi gruppi di addivenire ad una rapida approvazione della legge e si sono dichiarati contrari a votare emendamenti di modifica all’articolo 8 che snaturino lo spirito espresso sia dal relatore del disegno di legge che dal CGIE.

Inoltre, tutti i parlamentari incontrati hanno auspicato che nei lavori in aula non si proceda a votazione a scrutinio segreto come, peraltro, richiesto dall’on. Boato. (Inform)


Vai a: